home

Search results

Nonluoghi e resilienza (una gran bella parola)

luglio 10th, 2005

Gabriele Romagnoli su Repubblica di oggi, in un lungo pezzo dal titolo “La nostra paura quotidiana” accenna al fatto che i nonluoghi, sui quali scrivevo nei giorni scorsi, sono i posti nel quale la paura del terrorismo alberga. Ovviamente concordo (forte dei distinguo già fatti) e cito: Le sedi in cui il nuovo terrore si […]

La chiacchiera è una merce rara (la vetrina meno)

febbraio 8th, 2007

Firenze, città di bottegai. Così recita uno degli adagi più diffusi che pretendono di raccontare il capoluogo toscano. Con qualche ragione, peraltro: Firenze, il commercio, ce l’ha nel DNA – dopo aver cullato per secoli democrazie e rinascimenti al suon di fiorini. Bottegai, si dice. Proprio ora che le vecchie botteghe che un tempo animavano […]

Sotto casa

luglio 8th, 2005

Nei commenti al post in cui azzardavo una riflessione sull’attentato di Londra e sui nonluoghi come simbolo e insieme tallone d’achille delle città moderne, mi ritrovo quattro opinioni diverse. Pur non avendo alcuna propensione al sono-d’accordo-con-tutti, sono d’accordo con tutti. Qualcosa di sensato – una percentuale di validità ermeneutica – ci può essere nell’idea dei […]

La prima, il punto debole, la seconda cosa

luglio 8th, 2005

Appena ho saputo degli attentati alla metropolitana di Londra (quando ancora si parlava di sovraccarichi energetici: mi chiedo, visto che con informazioni insufficienti è azzardata qualsiasi spiegazione, e visto che non è la prima volta in casi simili, se sia ingenuità, scaramanzia o tentativo di insabbiamento, nel caso in cui la cosa si risolva con […]

La memoria dei luoghi

dicembre 15th, 2003

(Dei tre miracoli e di come i non luoghi diventano luoghi – segue dai giorni scorsi)Tallin, Estonia, quartiere russoI nonluoghi sono il prodotto di una modernità sterile, senza memoria, che non crea identità singole, o relazioni significative, ma similitudine (e talora una sorta di rassicurante solitudine, consolante anonimità). Pensa ad un centro commerciale, ad un […]

Luoghi senza memoria

dicembre 11th, 2003

Luoghi senza memoria (ma c’è speranza – segue da ieri) La casa della memoria, di Giuliano MauriLa modernità è impunita, straniata produttrice di nonluoghi. Centri commerciali, negozi in franchising al posto di negozi storici, autogrill, parchi giochi fatti con lo stampino, stazioni autobus che sembrano aeroporti, e viceversa. Una modernità asettica e inodore: sterile. Nel […]

Luoghi senza memoria (e portafoglio)

dicembre 10th, 2003

Aprire il portafoglio, please. Cos’è un luogo? Uno spazio che ha una identità precisa, spesso conformata da un passato riconoscibile che lo innerva di senso, e ne segna le relazioni interpersonali. E un nonluogo? L’esatto contrario. Se un luogo può definirsi identitario, relazionale e storico, uno spazio che non può definirsi né identitario, né relazionale, […]