home

Post archiviati nella categoria 'Incontri'

03/04/2008

Editoria digitale a Pula

di Antonio Sofi, alle 06:59

Oggi e venerdì 4 aprile sarò in Sardegna, invitato a partecipare ad un seminario organizzato da Sardegna Ricerche presso l’Auditorium del Parco Tecnologico di Pula (Cagliari). Il tema dell’incontro è a me molto caro: l’editoria digitale (“un seminario su tendenze, modelli e format emergenti nel mercato dell’editoria digitale”).

Io proverò ad accennare problemi e risorse della cd crossmedialità nell’ecosistema informativo. Altri interessanti interventi e relatori in programma: tra gli altri Luca De Biase, Antonio Tombolini (un giovincello! gli canteremo dal palco “tanti auguri a te!” in sardo stretto) e Daniele Minotti.

Locandina del seminario “Editoria Digitale”, Sardegna Ricerche, Pula (CA), 4 aprile 2008

Qui il pdf con il programma della giornata.

10/03/2008

Negroponte, l’OLPC e le viti in sovrannumero

di Antonio Sofi, alle 19:35

Venerdì mattina nella sala di Lorenzo del comune di Firenze abbiamo avuto modo di fare due chiacchiere con Nicholas Negroponte, tecnologo illustrissimo e precursore, fondatore del MIT Media Lab a Boston e ora imbarcatosi nella avventura (difficile complicata ambiziosa) dell’OLPC (One Laptop Per Child): un laptop “ludico” a basso costo completamente open source e wifizzato, con l’obiettivo di alfabetizzare al computer i paesi in via di sviluppo (e non solo: questo il sito, merita una visita non banale).

L’occasione era l’annuncio dell’accordo raggiunto con il Comune di Firenze (con il tramite appassionato di un energico assessore dalle mille deleghe, Lucia De Siervo) per un centro di competenza chiamato OLPC-Italia, con il comune che si farà anche acquirente di un certo numero di laptop da smistare alle città gemellate – nella logica city-to-city che lo stesso Negroponte dice di preferire su tutte («con i governi è complicato parlare»). L’accordo raggiunto con il Comune è il primo del genere in Italia.

Continua a leggere »

06/03/2008

Matematica vs Momentum, chi vincerà? (magari lo chiedo a Negroponte)

di Antonio Sofi, alle 12:35

Lo spin matematico e le due americhe democratiche

Hillary vince. Obama non perde. Si rischia di andare per le lunghe. A colpi di spin matematici e ennesime rimonte non impossibili. E alla fine, tra i due litiganti, il terzo potrebbe goderne. Senza merito. Su Spindoc.
(E’ una analisi sui risultati di ieri nel secondo supertuesday delle primarie americane; alcuni interventi che leggo oggi – da parte delle due campagne e da parte degli analisti – mi confortano sulla sensatezza di alcune interpretazione e qui aggiungo: una strategia tutta basata sul math vs momentum forse farà più male che bene ad Obama, ancora è tutto troppo fluido)

Magari lo chiedo a Negroponte. Sì, quel Negroponte, Nicholas. Che sarà a Firenze domani ospite del comune e dell’assessore all’informatica Lucia De Siervo. Si presenterà l’accordo tra amministrazione comunale e il 65enne tecnologo riguardo al piccolo OLPC (One Laptop Per Child) – ne avevamo scritto anche a novembre scorso. Per quello che ne so io Firenze è la prima città italiana che ha deciso di aderire all’iniziativa globale OLPC Give 1 Get 1 (G1G1): in pratica prendi un OLPC e un altro lo regali a chi può servire davvero «ciascun studente italiano che acquisterà un laptop, donerà un altro laptop ad un suo coetaneo di un’ altra città del Sud del mondo». Dovrei esserci anche io, alle 10.00 a Palazzo Vecchio – almeno a credere a quello che mi ha detto l’amico Bellacci. Non so a far che. Come minimo ringrazierò Negroponte per le volte che ho “rubato” senza dirlo le sue idee :)

11/02/2008

State of the Net. Una ottima prima edizione (e più wiki moments per tutti)

di Antonio Sofi, alle 17:21

Di ritorno da una soleggiata Udine, e dalla prima edizione di State of the Net.

E’ stato tutto davvero splendido, e organizzato alla grande – con idee, competenza e cura dei particolari. In più – ed è quello che più mi ha lasciato soddisfatto – la rara capacità di tenere assieme culture, storie professionali, provenienze geografiche e punti di vista diversi sullo straordinario gioco collettivo che è ormai la Rete. Una ricchezza che è quella delle nicchie che non si chiudono in recinti di “simili” (marketing, politica, imprenditoria, bloggeria, giornalismo, ecc.) ma si incontrano e si parlano. Magari, perché no, con ampia abbondanza di wiki moments (che sono ormai altri modi per dire cazzeggio 2.0, ma non solo come spiega Gigi – e a me è piaciuto molto anche l’a-ah moment di Ross Mayfeld: ovvero esattamente il momento in cui capisci qualcosa).

Un grazie sincero va, per l’ennesima volta, a Paolo, Sergio e Benny (e Silvia, che ha il solo difetto di non avere un blog cui linkare). Che fin d’ora, nel mio piccolo, spingerò a ritentare il miracolo di una seconda edizione – ma, leggendo i loro ultimi post, non credo abbiano bisogno di spintarelle :)

[Giorgio Maistrello si appropria dello scranno del moderatore. In secondo piano: Granieri, Levy, Napolitano. Udine, 9 feb 2008]
Giorgio Maistrello si appropria dello scranno del moderatore. In secondo piano: Giuseppe Granieri, Joshua Levy, Antonella Napolitano (Udine, 9 feb 2008 www.stateofthenet.it

Dello specifico della sessione da me moderata ho scritto un po’ su Spindoc (sul sito di State of the Net, ci sono anche i video).
Ma ci ritorno con più calma – perché alcune delle cose dette meritano a mio parere ulteriori approfondimenti.
Intanto, come al solito, ci sono i post di commento e le foto taggate su Flickr.

08/02/2008

State of the Net. Afternoon liveblogging

di Antonio Sofi, alle 15:34

Liveblogging from State of the Net. Here the program. Morning liveblogging here.
Per rivederlo continua a leggere.

Continua a leggere »

08/02/2008

Liveblogging from State of the Net

di Antonio Sofi, alle 10:13

Proviamo liveblogging da Udine (thanks to Joshua). Not supposed to work perfectly :)
(il liveblogging dal pomeriggio è in questo post, per rileggere questo in differita continua a leggere)

Continua a leggere »

06/02/2008

Super (fat) Tuesday e State of the Net

di Antonio Sofi, alle 11:33

Quanto al Super Tuesday delle elezioni americane sto raccogliendo riflessioni, risultati e risorse più o meno crossmediali in questo post su Spindoc (c’è stato davvero un gran bel fermento comunicativo, e ancora c’è: specie sul web). Per i risultati bruti questa del New York Times è la pagina più chiara e meglio realizzata.

La sfida più attesa Clinton-Obama si è conclusa (come più o meno previsto) quasi in equilibrio. Nel senso che Hillary Clinton ha vinto negli stati più importanti, mentre Barack Yes We Can Obama ha prevalso in più stati. Alla fine, il numero dei delegati vinti questo martedì dovrebbe essere più o meno lo stesso. Nessuno ha vinto del tutto, nessuno ha perso del tutto (ma Obama ora ci crede davvero). Ciò significa banalmente che si va avanti, il 9 febbraio ci sono già nuovi appuntamenti elettorali. Il lato repubblicano è più facile: vince McCain, ma senza il colpo del k.o formale fino ad ora.

Continua a leggere »

04/02/2008

Elezioni Usa 2008. Un questionario e una conferenza.

di Antonio Sofi, alle 13:14

Offerta doppia per gli amanti, appassionati, semplici curiosi delle elezioni politiche americane.
Un questionario e una conferenza.

Understanding US politics #1. Le primarie.
E’ il primo appuntamento di quello che mi piacerebbe diventasse una vera e propria serie legata alle questioni (politiche, comunicative, “tecnologiche”) della campagna per le presidenziali USA 2008. La conferenza che siamo riusciti ad organizzare per domani sera martedì 5 alle 22.00 è sulle primarie – dal triplice punto di vista dei a) politici che comunicano; b) media che raccontano e c) cittadini che s’informano e si fanno una opinione. Ovviamente su unAcademy, insieme alla fondazione Italianieuropei (grazie alla collaborazione della splendida Mae*).

Continua a leggere »

29/12/2007

Do It Better. Italia.it e le slide del convegno a Matera.

di Antonio Sofi, alle 00:01

Di seguito (e mi scuso per il ritardo) le slide della mia presentazione al convegno “La nuova grammatica digitale per comunicare la promozione del territorio“, tenutosi a Matera il 14 dicembre scorso, sotto una inedita e stupefacente nevicata ad imbiancare i millenari sassi.

Il convegno è stato molto interessante e ben organizzato dalla Azienda di Promozione Turistica della Regione Basilicata – una difficile e riuscita fusione a caldo di scenari globali e istanze locali, il tutto declinato in salsa web e tecnologica. La mia presentazione verteva a riportare (e un po’ riflettere su) uno dei casi più eclatanti dell’ultimo anno, e del turismo e del web italiano: quell’Italia.it che è nata male e vissuta peggio – e che, a mente più o meno fredda, offre diversi spunti per capire cosa fare o non fare quando si ha per le mani un progetto simile. (per chi non lo conoscesse – male! – consiglio ovviamente il blog Scandalo Italiano)

La presentazione si chiama: “Do it better. Le cose da non fare in Rete. Il caso di Italia.it” – ed è visibile qui sotto o su slideshare.

Continua a leggere »

13/12/2007

Una nuova grammatica per il turismo

di Antonio Sofi, alle 14:56

Venerdì 14 dicembre sarò nella splendida Matera (l’ultima volta che ci son stato ne son tornato cotto: una città che ti rimane nel cuore) per un convegno promosso dall’Osservatorio Nazionale per il Turismo, la Regione Basilicata e l’APT e intitolato “La nuove grammatica digitale per comunicare la promozione del territorio“. Il sottotitolo è altrettanto impegnativo: “Dai linguaggi della rete all’esperienza di Second Life”.

Oltre indegnamente me (vorrei ripetere due cose circa il caso Italia.it) ci saranno tra gli altri Bruce Sterling, Derrick de Kerckhove, Giuseppe Granieri, Giovanni Boccia Artieri, Mauro Lupi, Sergio Maistrello e Roberta Milano.
(uff, ma quando inventano un link automatico e fisso al nome? Digiti il nome e puff! ecco il link associato – io ci sto) .

Clicca qui per altre informazioni

07/12/2007

Più Blog per tutti (titolo facile)

di Antonio Sofi, alle 09:36

Questo pomeriggio, dalle 14.30 fino ad esaurimento pazienza oratori e pubblico, sarò al Palazzo dei congressi dell’Eur a Roma – invitato da PiùBlog (sezione web all’interno della kermesse Più Libri Più Liberi, fiera della piccola e media editoria) a moderare un panel con vecchi babbioni della blogosfera. Speriamo bene, ché quelli sono bizzosi. (se siete da quelle parti, fate pure un salto).

E poi ci sono altri, più interessanti, appuntamenti di PiùBlog. E poi domenica, per chi rimane, c’è l’omonimo barcamp.

29/10/2007

La divulgazione blog da Genova a Roma. Dal Festival della Scienza a BlogLab

di Antonio Sofi, alle 00:48

L’area blog del Festival della Scienza
Festival della Scienza 2007, GenovaOggi pomeriggio sarò al funambolico Festival della Scienza di Genova, kermesse (sempre desiderato di scrivere kermesse senza darvi alcun attributo ironico) che dura fino al 5 ottobre 6 novembre, e nel quale serissimo contesto di scienza e innovazione (e divulgazione di entrambe) trova discorrente e interattivo spazio anche un’area dedicata ai blog – organizzato e animato da Enrico Sola, Marco Formento e altri loschi appartenenti alla lobby genovese (che curano anche il blog dell’evento). L’area blog si trova nella Loggia della Mercanzia in Piazza Banchi. Leggo e riporto: “è l’occasione per conoscere da vicino internet e il mondo dei diari online. Sul palco scienziati, blogger ed esperti di cultura digitale si alternano presentando argomenti e dibattiti e interagendo con i presenti“. Domani pomeriggio, dalle 16.30, sono onorato di esserci anche io, a chiacchierare delle mie/nostre ossessioni digitali – ci sarà anche la focaccia, pare (sì, quella che una volta durante un convegno chiamai “pizza” e fui quasi sbranato dalla prima fila di genovesi doc).

Continua a leggere »

15/10/2007

Blog Awards ad Urbino. Webgol è arrivato uno (chi lo diceva?) :)

di Antonio Sofi, alle 23:58

Domenica ad Urbino, nell’ambito del Festival del Blog, Webgol.it ha vinto il premio Blog Awards nella categoria “Giornalismo”. [Al contrario di Gianluca non avevo preparato un discorso, perché forse anche la categoria “giornalismo” è il porno dei blog :) ]. Il contest era strutturato con un mix di candidature aperte (tramite un wiki) e valutazione finale da parte di un comitato. Webgol era entrato nella terna finale fin da venerdì, insieme a blog del livello di Paolo Attivissimo, storico divulgatore anti-bufala e Luca De Biase, papà di Nova e giornalista del Sole 24 Ore. Per dire.

[Tentativi di far parlare il coniglio, foto di Gioxx]
Tentativi di far bloggare il Naz-coso. Foto di Gioxx

Ma insomma, e al di là del Naz-coso che mi son portato a casa (e che dovrò imparare ad usare, dopo aver letto i post di Federico, Marina, parte del think tank ludico che il giorno prima è riuscito a far impazzire i partecipanti alla caccia al tesoro) sono onorato per le motivazioni del premio.

Continua a leggere »

12/10/2007

Strati di conversazioni dal basso (weekend mash-up)

di Antonio Sofi, alle 12:28

Oggi e domani mattina sarò a Ravenna per la manifestazione Strati della cultura, una tre giorni dell’arte e della creatività, organizzata dall’Arci Ravenna (questa splendida città sta diventando un po’ la mia seconda casa). Sabato mattina, grazie all’invito di Luca, alle ore 10.00 c/o la Casa CMC sarò ad una chiacchierata su “Partecipazione e nuovi media”, con tanta altra bella gente.

Strati di cultura, Arci Ravenna

Continua a leggere »

21/09/2007

La politica che verrà, tra territorio e social network

di Antonio Sofi, alle 10:56

Considerato che si continua a parlare di politica (danese, di piazza e grillesca), riprendo un video girato e pubblicato da Nicola Mattina al mitologico RomagnaCamp, una chiacchierata incrociata mia e della bravissima Elena sulle varie e tentacolari configurazioni della politica 2.0 (specie del partito democratico).

[Fino a domenica sarò a Pordenone ospite di Sergio, Stefania e di un giovanissimo blogger. Il pretesto è PordenoneLegge, tradizionale rassegna libresca, e la presentazione da profeta in patria del libro di Sergio “La parte abitata della Rete” (del quale, come per molte cose cui tengo molto e nelle quali mi sento in parte coinvolto, non sono in questi mesi riuscito a scrivere come si deve – ma è un libro che merita, senza se e senza ma). Per chi c’è ci vediamo là (e magari riusciamo a fare un salto anche al GhiradaCamp).]