home

Leggi gli aggiornamenti in home page

21/12/2009

All’anima di ANIMAls /7. Pensa a Facebook il giorno di Natale

di Antonio Sofi, alle 10:44

La copertina (di Gipi) dell'ultimo numero di Animals
La copertina (di Gipi) dell'ultimo numero di Animals
Ho saltato la recensione di un numero, nemmeno ricordo perché. Ma riprendo a tener traccia con questo dicembrino – e parlo ovviamente dell’ultimo numero di ANIMAls in edicola, rivista eccetera eccetera curata con indefesso amor da Laura Scarpa e i tipi di Coniglio Editore.

Nel numero 7 animalesco, dal sapore vagamente natalizio, c’è la vox populi e i risultati del questionario sui lettori: tre pagine di dati su anagrafica e desideri (sarebbe un bel titolo di rubrica) di chi legge la rivista. Subito dopo (dopo un retrospettiva sui disegni di Fellini) una lunga storia del fumettaro più votato e apprezzato secondo il questionario stesso: Gipi. Sette pagine di una storia acquarellata verde alogena e notturna, disegnata bene e intitolata 2012 (peraltro seguita da una intervista a lui di persona personalmente su uno spettacolo teatrale ipreso dal suo “S.”). Poi c’è Blutch e Fabio Visintin con due storie di Natale. E poi il secondo tra i fumettari preferiti dai lettori: Makkox, con una storia intitolata “Doni”, una storia di ricordi e cene natalizie, di padri e di fratelli, di soldi e di tradizioni: una storia arcitaliana dallo sguardo basso e bimbo – pur se cresciuto. Poi c’è Trondheim, c’è una bella intervisa a Istvan Banyai, spettacolare copertinista del New Yorker, c’è Bacilieri e Mannelli, c’è Toffolo con Magnus e Pino Creanza. Poi il solito Vives.

Il Babbo Natale/Godzilla di Fabio Visentin
Il Babbo Natale/Godzilla di Fabio Visintin

Questo è invece il bellissimo Godzilla Natale di Fabio Visintin che è pure su Tumblr e che sta ad illustrar la rubrichetta mia, “Avatar Mundi”. Questo numero scrivo del Natale in salsa consumistica e della scomparsa delle ciaramelle, delle cartoline di auguri secolarizzate e del presepe brandizzato Hello Kitty. Ma un pensiero, ad un certo punto, voglio che anche qui risuoni, una intuizione, una orribile visione: “Questo sarà di fatto il primo Natale massicciamente 2.0. Pensa a Facebook il giorno di Natale. L’inferno. Roba da far rimpiangere gli sms degli anni scorsi, quelli standardizzati e senza firma mandati da numeri sconosciuti all’intera rubrica compreso te – quelli che ti interroghi sulla qualità delle tue conoscenze”


  • All’anima di ANIMAls /2
  • La casa di Quiff. Buon Natale a tutti i lettori di Webgol.it
  • All’anima di ANIMAls /3
  • Oltre il commercio c’è di più? Il Natale Posticipato, forse a misura d’uomo.

  • Lascia un commento