home

Leggi gli aggiornamenti in home page

07/12/2009

Viande. I frutti del cactus e la notte flessibile

di Massimo Di Terlizzi, alle 09:59

[Viande ├Ę un racconto per immagini via (le) Ande, e quasi viandante di Massimo Di Terlizzi, amico e fotografo che un anno fa ├Ę partito per il Sud America, un viaggio on the road e con mezzi di fortuna durato 40 giorni. Questa ├Ę la quinta puntata – c’├Ę anche la prima notturna, la seconda, fredda e bollente, la terza di persone capodanne, la quarta naturale senza sforzo. as]

Frutto del Cactus, foto di Massimo Di Terlizzi
Frutto del Cactus, foto di Massimo Di Terlizzi

Viene raccolto la mattina prima dell’alba quando le spine sono piu morbide. Quando la notte le ha rese flessibili (di giorno invece, oltre una certa ora, pare sia impossibile raccoglierlo). Dentro ├Ę gelatinoso, ha semi come il kiwi, l’odore dell’aloe e viene servito con una spolverata di zucchero a velo.

S Pedro de Atacama, Chile. Foto di Massimo Di Terlizzi. 2000 metri, non piove quasi mai - di copertura non c'├Ę bisogno
S Pedro de Atacama, Chile. Foto di Massimo Di Terlizzi. 2000 metri, freddo anche d'estate, non piove quasi mai - e di copertura non c'├Ę bisogno

  • Viande. La natura sovraesposta.
  • Viande. Capodanno, all’altro mondo.
  • Viande. Vapore bollente e azzurro vibrante di freddo
  • Viande. Un viaggio fotografico in Cile e Patagonia

  • Un commento al post “Viande. I frutti del cactus e la notte flessibile”

    1. Viande. La natura sovraesposta.
      gennaio 15th, 2010 08:52
      1

      […] fredda e bollente, la terza di persone capodanne, la quarta naturale senza sforzo, la quinta di notte flessibile. Alla […]

    Lascia un commento