home

Leggi gli aggiornamenti in home page

28/03/2009

Ma poco. Che abbaglia.

di Antonio Sofi, alle 19:44

Un ritaglio del fumetto
Un ritaglio del fumetto 'Parlero' dei calzi miei', di Makkox su Coreingrapho

Sono passati quasi due mesi da quando, insieme a Marco “Makkox” D’Ambrosio e altri amici, abbiamo aperto Coreingrapho, rivista/non-rivista di fumetti online. Tra le altre cose, e a parte il piccolo successo che sta avendo (grazie soprattutto ai tanti straordinari autori che hanno deciso di fare con noi questo pezzo di sperimentalissima strada), mi sono accorto che c’è un sacco di gente che risponde alle mie segnalazioni con una frase del tipo “ma io i fumetti non li capisco granchè”. Di solito succede che prima mi arrabbio, e poi li capisco.

Capisco che è anche colpa di un linguaggio volutamente rovello dello stesso “fumetto d’autore”, che per tanti anni si è compiaciuto della sua stessa incomprensibilità. Una strategia di sopravvivenza, chiaro. L’unico modo, per una generazione di autori, per sopravvivere ad un mercato editoriale stitico, cartaceo e poco coraggioso che (fatte le dovute eccezioni) non è quasi mai riuscito a trovare alternative sensate al fumetto “industriale”. E che, al contrario di altre più fortunate che hanno avuto in passato molti palconoscenici sui quali esibirsi, non ha potuto godere della responsabilità di dover piacere ad un pubblico che non fosse solo quello degli addetti ai lavori, o delle micro-fanzine da fumetteria.

Con il web qualcosa è cambiato.

Non volevo però fare il mio solito pippone sul fumetto in Italia.
Volevo invece segnalarti l’ultimo fumetto di Marco. E’ frutto di una specie di gioco tra autori, di sorridente competizione intorno ad un tema, volutamente non dei più “lirici”: ovvero “parla delle tue scarpe/ciabatte“. Quando hai finito e hai ripreso fiato ti consiglio il fumetto di Flaviano e quello straordinario di Laura Scarpa, che ci ha fatto l’onore.

Poi, se vuoi, mi dici.


  • Taggare poco, taggare tutto (o tutti)
  • Benvenuti all’Ipercoppe
  • Nuvolaglia di concetti veltroniani e piddini. Le 100 parole più usate.
  • Genetliaco babbione: cinque anni di Webgol.it

  • 3 Commenti al post “Ma poco. Che abbaglia.”

    1. flaviano
      marzo 28th, 2009 20:41
      1

      ..ma poco, cha abbaia!
      ;P

    2. makkox
      marzo 28th, 2009 22:26
      2

      Paco, che abbiglia. (7)
      :)

      “[…]colpa di un linguaggio volutamente rovello dello stesso “fumetto d’autore”, che per tanti anni si è compiaciuto della sua stessa incomprensibilità.”

      amen

    3. hotel messico
      marzo 30th, 2009 08:38
      3

      Sì, sì, l’ultimo di Makkox è da leggere con gli occhiali da sole.

    Lascia un commento