home

Leggi gli aggiornamenti in home page

20/01/2009

Archeoinformazione o fantatelevisione?

di Enrico Bianda, alle 11:36

Se, con il posticipo di calcio e qualche film di successo, Sky proponesse una prima serata con Fiorello il gioco sarebbe fatto. Del resto, stiamo vivendo una fase di trapasso in cui il pubblico sta mandando precisi segnali di una trasformazione delle proprie abitudini, pronto ad abbracciare le nuove piattaforme se attratto da un contenuto capace di mobilitarlo. E fra i due poli della tv generalista gratuita e della tv a pagamento si aprirebbe una vasta area di conquista. Piacevolmente occupata da Fiorello. […] Oggi ├Ę fantatelevisione, domani non pi├╣.

Cos├Č scrive su Il Corriere Aldo Grasso, che affronta il tema, mai sopito diremmo, della tv generalista. Che apparentemente mostra i lividi di due decennio di consumo e arroganza, e che invece nei gusti e nei consumi del pubblico resta l├Č, a dirci che i bisogni alle volte sono pi├╣ lenti dell’evoluzione dei media, e che forse c’├Ę ancora bisogno di fare buona televisione generalista, e soprattutto buona informazione su un canale generalista. Fantatelevisione? Forse.

Comunque uno scossone in giorni in cui si torna a parlare del ritorno di Riotta al Corriere, al posto di Mieli. Archeoinformazione? Forse.

Siamo messi bene, insomma.


  • No related posts

  • Lascia un commento