home

Leggi gli aggiornamenti in home page

11/02/2008

State of the Net. Una ottima prima edizione (e più wiki moments per tutti)

di Antonio Sofi, alle 17:21

Di ritorno da una soleggiata Udine, e dalla prima edizione di State of the Net.

E’ stato tutto davvero splendido, e organizzato alla grande – con idee, competenza e cura dei particolari. In più – ed è quello che più mi ha lasciato soddisfatto – la rara capacità di tenere assieme culture, storie professionali, provenienze geografiche e punti di vista diversi sullo straordinario gioco collettivo che è ormai la Rete. Una ricchezza che è quella delle nicchie che non si chiudono in recinti di “simili” (marketing, politica, imprenditoria, bloggeria, giornalismo, ecc.) ma si incontrano e si parlano. Magari, perché no, con ampia abbondanza di wiki moments (che sono ormai altri modi per dire cazzeggio 2.0, ma non solo come spiega Gigi – e a me è piaciuto molto anche l’a-ah moment di Ross Mayfeld: ovvero esattamente il momento in cui capisci qualcosa).

Un grazie sincero va, per l’ennesima volta, a Paolo, Sergio e Benny (e Silvia, che ha il solo difetto di non avere un blog cui linkare). Che fin d’ora, nel mio piccolo, spingerò a ritentare il miracolo di una seconda edizione – ma, leggendo i loro ultimi post, non credo abbiano bisogno di spintarelle :)

[Giorgio Maistrello si appropria dello scranno del moderatore. In secondo piano: Granieri, Levy, Napolitano. Udine, 9 feb 2008]
Giorgio Maistrello si appropria dello scranno del moderatore. In secondo piano: Giuseppe Granieri, Joshua Levy, Antonella Napolitano (Udine, 9 feb 2008 www.stateofthenet.it

Dello specifico della sessione da me moderata ho scritto un po’ su Spindoc (sul sito di State of the Net, ci sono anche i video).
Ma ci ritorno con più calma – perché alcune delle cose dette meritano a mio parere ulteriori approfondimenti.
Intanto, come al solito, ci sono i post di commento e le foto taggate su Flickr.


  • Web Cocktail e Personal Democracy Forum
  • State of the Net. Afternoon liveblogging
  • Liveblogging from State of the Net
  • Habemus papam on line

  • 6 Commenti al post “State of the Net. Una ottima prima edizione (e più wiki moments per tutti)”

    1. Blog Notes, Weblog di Giuseppe Granieri
      febbraio 13th, 2008 10:02
      1

      Antonio SofiState of the Net. Una ottima prima edizione (e più wiki moments per tutti)

    2. Aprile è il mese più crudele -
      febbraio 12th, 2008 17:58
      2

      As I told to Sergio there was a lot of geniune enthusiasm and the chemistry betweeen the contributors was clear and evident. Very good ideas -new ideas -  good mixing. I completely share what Mafe,Antonio, LaLui , Gigi  e Joshua write in their posts. my photos – of the second day – all the photos on flickr. Posts rated on blogbabel and on technorati .

    3. Hamlet
      febbraio 11th, 2008 22:09
      3

      ciao, posto una notizia al volo che probabilmente può interessare te e chi legge il blog.
      Domani (martedì) sera alle 23:05 ci sarà Berlusconi a Porta a Porta con 4 giornalisti (Pigi Battista, Mario Orfeo, Ferruccio De Bortoli e il quarto non lo ricordo)

    4. antoniocontent
      febbraio 12th, 2008 00:10
      4

      ciao antonio, ho parlato di state of the net (e in particolare della sessione sulla comunicazione politica) nell’ultima puntata dello sciame, andata in onda stasera

      http://losciame.podcastpeople.com/posts/19635

      buon ascolto,

      a

    5. Alessandro
      febbraio 12th, 2008 16:30
      5

      vabbé, ho capito. tra te, mafe e tutti gli altri mi avete fatto venire la scimmia, ora passerò un bel po’ di tempo a rastrellare post e video per capire cosa mi sono perso… :-/

    6. Web Cocktail e Personal Democracy Forum
      giugno 18th, 2008 09:53
      6

      […] da due vecchie volpi come Andrew Rasiej e Micah Sifry (con l’appoggio di Joshua Levy conosciuto ad Udine per State of the Net) ha portato avanti in questi mesi e su questi temi […]

    Lascia un commento