home

Leggi gli aggiornamenti in home page

18/01/2008

Come spiegare l’arte agli smanettoni. Una serie di satira geek.

di Antonio Sofi, alle 08:58

Understanding art for geeks” è il titolo originale della serie di (come chiamarla?) satira geek del misterioso Paul The Wine Guy. Serie che sta allietando da settimane buona parte della tumblosfera e non solo.

Il meccanismo è (apparentemente) semplice:

1) Si prende un quadro (più o meno) famoso;
2) Si cerca un servizio/prodotto/linguaggio/abitudine più o meno ossessiva del cd Web (più o meno) 2.0;
3) Li si mescola insieme in una sorta di mashup con l’obiettivo di far risuonare simpaticamente e reciprocamente il senso dell’uno nel senso dell’altro: in un gioco di rimandi incrociati tra antico e moderno, analogico e digitale, mondi diversi – che però, paiono dire le mille consonanze, in fondo in fondo tanto diversi non sono.

Altro che Sgarbi e critici d’arte alle prese con palline colorate – qui si parla direttamente la lingua degli smanettoni (noi, noi: dove guardate?): finalmente anche chi sta attaccato al computer per tanto tempo avrà qualcosa da dire ai vernissage, invece di cercare in giro il Wi-Fi con il Nokia E 61.

[Understanding art for geeks #24. The inspiration of St. Matthew di Caravaggio. Part.]
Understanding Art for Geek, di Paul The Wine Guy

Tra gli oltre trenta pezzi finora prodotti (alcuni visibili in questo set di flickr), c’è una Gioconda defacciata, creazione di Adamo versione GNU/Linux, una twitterata della bevitrice d’assenzio, un’origine del mondo per Macofili incalliti, addirittura un lolcat (questa è difficile, e dovete essere davvero geek :) – oppure (è il mio preferito) l’assistente Clippy ispiratore di San Matteo (in alto, part.).

Ovviamente ci sono anche i pezzi meno riusciti (ma pochi).
E se vi paiono stupidaggini, mi vien facile ricordare Massimo Bucchi, geniale vignettista de La Repubblica (che è di certo tra gli ispiratori di Paul) il quale (me lo ricorda Skiribilla), ha dichiarato più volte di non sopportare chi considera una vignetta una geniale intuizione e non il frutto di ore di lavoro.

Qui sotto, grazie a Paul, una UAfG pensata per Webgol – visto anche che parliamo di Usa da un po’.
E’ una mappa di Jaspers – arricchita di un po’ di sana geolocalizzazione :)

Understanding Art for Geek #32 - di Paul The Wine Guy
Map, 1961
di Jasper Johns
Encaustic, oil, and collage


  • “La faccenda mi offre più di uno sputo di riflessione”
  • Giornalismi e par condicio
  • L’economia spiegata a voi, idioti
  • Daje Night. Mercoledì alla Libreria Flexi, a Roma.

  • 18 Commenti al post “Come spiegare l’arte agli smanettoni. Una serie di satira geek.”

    1. HardNewsTV
      gennaio 18th, 2008 17:31
      1

      Come spiegare l’arte agli smanettoni. Una serie di satira geek_webgol.it

    2. clarita
      gennaio 18th, 2008 10:23
      2

      ma LoL!!!

      ieri avevo già visitato la sua galleria d’arte… ke bell’ideaaaa :)

    3. PiccoloSocrate
      gennaio 18th, 2008 10:31
      3

      ho dato uno sguardo a quelli su flickr, be’ qualcuno è davvero carino :) e me lo son pure salvato sul desktop!

    4. Dario Salvelli
      gennaio 18th, 2008 13:17
      4

      Devo dire che seguo da un po le “tumblerate” di Paul e le trovo spesso “artistiche”! Altro che palline rosse. ;)

    5. roberto
      gennaio 18th, 2008 17:35
      5

      quella di clippy è geniale!

    6. Annalisa
      gennaio 18th, 2008 21:28
      6

      Bella trovata! Altro che palle colorate… La mia preferita è l’ultima cena con la finestra del messenger di Gesù (dato il clima di questi giorni, meglio dirlo a bassa voce…).

    7. Francesco
      gennaio 18th, 2008 22:08
      7

      Concordo: seguo, colleziono e mi diverto un mondo :-)

    8. Quasi.dot » Di blog e di tumblr.
      gennaio 18th, 2008 22:27
      8

      […] riepiloga tutta la serie (fino ad oggi sono riuscito a mantenerla abbastanza aggiornata, nonostante il misterioso Paul sia piuttosto prolifico). Sono abbastanza convinto che questa scelta abbia un senso anche se […]

    9. Blog Notes - Blog Aggregator 4.0
      gennaio 19th, 2008 11:44
      9

      […] design Federico Fasce Delirium tremens Luca De Biase Definendo la mass customization Antonio Sofi Come spiegare larte agli smanettoni. Una serie di satira geek. Luca De Biase Ascoli – Le citt[dbl dagger] del futuro Luca De Biase Ascoli – Le cittý del […]

    10. Art for geeks « The Geek Librarian
      gennaio 20th, 2008 18:33
      10

      […] [via Webgol] […]

    11. Apogeonline - Italia.it chiude
      gennaio 21st, 2008 10:01
      11

      […] geek. Paulthewineguy da qualche tempo pubblica una serie di mash-up tra arte e linguaggi digitali. Antonio Sofi spiega di cosa si tratta applaudendo alla creatività […]

    12. giulia
      gennaio 21st, 2008 10:01
      12

      Non lo conoscevo, grazie, Giulia

    13. Senza parole « nocturama
      gennaio 22nd, 2008 13:10
      13

      […] non c’è mai limite al peggio, non ci resta che il cinismo), e anche di segnalarvi un post di Webgol su Understanding art for geeks da cui appunto questa immagine è tratta. Per ora non ho niente da […]

    14. MMM Community :: View topic - PaulTheWineGuy: come svecchiare i classici dell'arte
      gennaio 22nd, 2008 16:14
      14

      […] questo pseudonimo. Ecco il link: http://www.paulthewineguy.com/ Qui una spiegazione del blog: http://www.webgol.it/2008/01/18/come-spiegare-larte-agli-smanettoni-una-serie-di-satira-geek/ Ed ecco un’immagine che trovo geniale: _________________Complicare è facile, semplificare è […]

    15. “La faccenda mi offre più di uno sputo di riflessione”
      gennaio 25th, 2008 11:00
      15

      […] il genio? (ne parlavamo proprio qualche giorno fa in un post sulla serie geek di Paul – che è stata addirittura slashdotted). E’ annusare l’aria che tira – e farne segno e […]

    16. Infoservi.it
      gennaio 26th, 2008 16:21
      16

      […] una fonte. La fonte è Paul. Della sua serie aveva iniziato a parlare Francesco, e poi Antonio, ed è stata ripresa da alcuni big names americani, a partire da SlashDot.Sbaglia Vanz a dire […]

    17. Vittorio Pasteris » Imparare (finalmente) ad attibuire le fonti correttamente
      gennaio 27th, 2008 11:14
      17

      […] Che non è una fonte. La fonte è Paul. Della sua serie aveva iniziato a parlare Francesco, e poi Antonio, ed è stata ripresa da alcuni big names americani, a partire da SlashDot. Sbaglia Vanz a dire che […]

    18. marco
      febbraio 6th, 2008 12:35
      18

      Il jazz e’ come una scoreggia: piace solo a chi la fa. (Fiorello)

    Lascia un commento