home

Leggi gli aggiornamenti in home page

05/12/2007

Tutto è bugia fino a prova contraria. Alla fine ha ragione Martina.

di Antonio Sofi, alle 21:02

[Niente più che un divertissement, pubblicato oggi su Il Firenze e qui con qualche modifica, sulla frase della povera Martina Colombari] :)

Martina Colombari“Bugie su di me ne dicono tante. Alcune sono vere, altre no”.
Si capisce dopo qualche secondo, ma merita.
Questo capolavoro di involontaria ironia è opera di Martina Colombari, soubrette italiana intervistata qualche giorno fa a Verissimo.
E’ una di quelle frasi che, fosse stata pronunciata con cognizione di causa, farebbe l’invidia di qualsiasi grande battutista della storia, da Groucho Marx a Woody Allen (e la fama di un nuovo arrivato).

Eppure – vien da pensare, appena si smette di sorridere – forse questa frase nasconde qualcosa di più di una distrazione semantica: ed è un vero e proprio lapsus freudiano. Mi chiedo, in altre parole, se anche il solo arrivare a pensare che le bugie possano essere in parte “vere” non sia un effetto indesiderato della frequentazione di un certo circo mediatico e gossipparo – una conseguenza di quello star system che è tutti i giorni sulle pagine delle riviste scandalistiche e sugli schermi televisivi.

Fosse così, la bella Martina non avrebbe alcuna colpa per il filosofico e metafisico scivolone.
La continua attenzione di certa stampa (e certi lettori) ad ogni minima sciocchezza amorosa, alle vacue provocazioni da provincial tinello, al dettaglio modaiolo; tutto questo rende in un certo senso inconsistente il confine percepito tra ciò che è “vero” e ciò che è “falso”.

Diventa tutto una brodaglia indistinta e primordiale in cui la differenza di gusto tra verità e falsità diventa inapprezzabile.
Diventa mera questione di punti di vista.
E’ vera la relazione di tal velina con talaltro calciatore, entrambi in cerca di una spintarella alla propria calante notorietà? Dipende.
E quell’abbraccio che spunta dai settimanali rosa, quell’abbraccio lì – è vero amore o effetto della prospettiva fotografica? Chissà.

Ma c’è addirittura di più dentro la (a questo punto geniale) intuizione della Colombari. Ovvero che tutto diventa inesorabilmente bugia. Ne dicono tante di bugie. Tutto è bugia a prescindere e comunque. Fino a prova contraria.

Solo che qualche bugia è davvero tale e una parte è invece una “bugia” vera. In cui insomma la verità si insinua di soppiatto nella enorme generalizzata finzione come improvvisa lingua in un bacio dato per gioco.
Come un ospite inaspettato.
Come una sorpresa.
Va a finire che ha ragione Martina.


  • Facciamo metà e metà
  • (Ir)reality show. Il fascino discreto della bugia (e della verità)
  • Blog e giornalismo (millesimo post sull’argomento)
  • Almeno linkatevi tra voi

  • 12 Commenti al post “Tutto è bugia fino a prova contraria. Alla fine ha ragione Martina.”

    1. Blog Notes, Weblog di Giuseppe Granieri
      dicembre 6th, 2007 13:59
      1

      Antonio SofiTutto è bugia fino a prova contraria. Alla fine ha ragione Martina.

    2. Elena
      dicembre 6th, 2007 07:34
      2

      Abbiamo trovato una miss intelligente o è il tuo post ad essere troppo intelligente per una miss? ;)

    3. Dany
      dicembre 6th, 2007 11:21
      3

      Viviamo in una eterna contraddizione. Come la legge elettorale discussa in parlamento dagli stessi aspiranti eletti!! E come se a scuola fossero gli studenti a decidere con quale metodo di valutazione essere valutati.
      La tua tag Sbarellamenti si addice perfettamente!

    4. antonio vergara
      dicembre 6th, 2007 11:59
      4

      effettivamente c’è un concetto filosofico niente male.

    5. Dario
      dicembre 6th, 2007 17:49
      5

      Esiste anche la versione opposta. Del tipo: “Su di me dicono un sacco di verità, alcune o forse più di una potrebbero essere false!”, stile Berlusc…

    6. Antonio Sofi
      dicembre 6th, 2007 17:54
      6

      Elena: io comunque ormai sto dalla parte della Colombari, senza se e senza ma – ma perché – come accade con i pupi – gli è uscita fuori la verità senza davvero volerlo :)

      Dany: la tag sbarellamenti è in effetti una tag “emotiva”, cui io sono molto affezionato e che uso raramente e per motivi spesso non coerenti – in questo caso perchè sto pezzo mi piace nonostante sia mio… :) Ma hai ragione: e il tag sbarellamenti dovrebbe essere molto più diffuso :)

      Antonio: impariamo, impariamo, noi battutisti/titolisti!

    7. Antonio Sofi
      dicembre 6th, 2007 18:16
      7

      Dario: eheheh!

    8. Roberta
      dicembre 6th, 2007 21:59
      8

      Anche l’affermazione “siamo tutti bugiardi” nega se stessa, perchè nel momento in cui la pronunciamo, diciamo una bugia. Interessante post, il paradosso domina il mondo dello star system e ne rivela la verità, degna del migliore teatro dell’assurdo

    9. Hamlet
      dicembre 8th, 2007 00:46
      9

      Dany ha scritto: “Viviamo in una eterna contraddizione. Come la legge elettorale discussa in parlamento dagli stessi aspiranti eletti!! E come se a scuola fossero gli studenti a decidere con quale metodo di valutazione essere valutati.”

      Se sono in parlamento, sono eletti, non più aspriranti eletti. Non avevo mai pensato a questa ipotetica contraddizione.
      Se non loro, chi dovrebbe discutere della legge elettorale?

      Bello questo blog. Avrò bisogno di molto tempo per leggere gli “arretrati”.

      Ciao a tutti

    10. mauro migliavada
      dicembre 9th, 2007 11:15
      10

      In effetti, non solo ha ragione Martina, credo che il suo postulato filosofico valga un po’ per tutti.
      Voglio dire, mica è soltanto roba da mondo del gossip e di veline!
      In ogni ambito, a mio modo di vedere, questa logica devastante sta ammorbando tutto e tutti.
      “La verità è la tua verità”, diceva sinistramente un tipo di nome Ron Hubbard.
      Purtroppo, a distanza di anni e malgrado tutto quanto si è saputo di Dianetics, credo sia davvero il credo più seguito.

    11. Manila
      dicembre 11th, 2007 01:16
      11

      mi ricorda un pezzo di un mio racconto, in cui si parlava di un uomo bugiardo che “continuava a promettere bugie”: frase che proprio tu mi hai contestato, salvo poi accettarla e condividerla.

      (e comunque, le bugie promesse esistono davvero)

    12. Claudio Caprara
      dicembre 24th, 2007 07:13
      12

      […] Bugie “Bugie su di me ne dicono tante. Alcune sono vere, altre no”. Questo capolavoro di involontaria ironia è opera di Martina Colombari, soubrette italiana intervistata qualche giorno fa a Verissimo. (WebGol)* * *La trovo la battuta dell’anno. Continue reading “Bugie” Posted by claudiocap at : in Amenità | Comments (0) […]

    Lascia un commento