home

Leggi gli aggiornamenti in home page

23/10/2007

¬ęSiamo (come minimo) un milione¬Ľ. Il numero mitico della folla e le piazze spannometriche.

di Antonio Sofi, alle 23:59

La quantit√† di persone che possono stare in una piazza, seppur politicamente eccitati dalla militanza, √®, come scrive Filippo Ceccarelli su Repubblica di oggi (meritoriamente messo online da Luca Sofri) un fatto di ¬ęmatematica, geometria, fisica dei solidi¬Ľ.

S√¨, certo: √® questione retorica. Perch√© invece, da un po’ di tempo a questa parte – annota Ceccarelli – si fa a gara a chi moltiplica miracolosamente gli uomini e i pesci (la battuta non √® voluta). E, detta in soldoni, se un tempo 100.000 era un numero politicamente congruo da comunicare (la realt√† √® un’altra cosa), oggi se non porti in piazza un milione di persone (un milione!) non sei nessuno.

(E, lo ricordavo qualche giorno fa a seguito delle primarie PD, annotando come la partecipazione al V-Day cresca di giorno in giorno, con le fila tanto irrobustite dal tempo e dal ricordo da mettersi ex post a gareggiare con quella delle primarie)

[Piazza San Giovanni a Roma (part.), infografica c/o articolo di Ceccarelli, La Repubblica, 22/10/07. Clicca per ingrandire e vedere la capienza reale di altre piazze, via Mario Tedeschini Lalli]
Piazza San Giovanni , via Filippo Ceccarelli, La Repubblica 22/10/07 - clicca per ingrandire

Interessante anche l’altro lato della medaglia. Ovvero non quello politico, ma quello giornalistico. Ne scrive il sempre acuto Mario Tedeschini Lalli, cui ho rubato anche la scannerizzazione dell’infografica di cui sopra (e dire che lui la potrebbe declinare meravigliosamente per il web!).

Ovvero, come si raccontano i numeri di una manifestazione politica (spesso unico elemento vero di notiziabilit√† di una discesa in piazza). Una praticaccia classica √® prendere le stime degli organizzatori sommarli a quelli della questura e dividere per due. Ancora pi√Ļ facile, scrive MTL, il virgolettato: “Siamo un milione” – e basta a scaricare il barile della realt√† dei fatti su chi li ha non spassionatamente organizzati. E altre tecniche spannometriche affinate negli anni.

Poi Mario, espertissimo di giornalismo d’altri (non a caso √® il titolo del suo blog) racconta di un esperimento al San Francisco Chronicle. Che si propose di verificare sia i numeri forniti dalla polizia, sia quelli degli organizzatori. Il risultato, ottenuto con gran dispendio di energie e tecnologie, fu che le persone effettive erano molte di meno di quelle dichiarate dagli organizzatori. Ma anche dalla polizia. Molte di meno di quelle che tutti percepivano.

Chiosa allora Alex Jones, ex giornalista del New York Times: ¬ęIl numero di persone (in una folla) √® un numero mitico e ora voi lo trasformate in un fatto: non √® destinato a essere preso bene¬Ľ.


  • Buonanotte ai sognatori
  • Viaggio nel Polo che si scioglie
  • Il corpo morente del Papa
  • La memoria dei blog

  • 8 Commenti al post “¬ęSiamo (come minimo) un milione¬Ľ. Il numero mitico della folla e le piazze spannometriche.”

    1. Blog Notes, Weblog di Giuseppe Granieri
      ottobre 24th, 2007 05:43
      1

      Antonio Sofi√ā¬ęSiamo (come minimo) un milione√ā¬Ľ. Il numero mitico della folla e le piazze spannometriche.

    2. Se una notte d'inverno un giornalista
      ottobre 24th, 2007 02:50
      2

      Scusate, mi lego a questa schiera (Canzone di giorno sulla capienza delle piazze di Roma)…

      I grafici con la capienza di varie piazze di Roma li trovate qui, all’interno di questo post di Mario Tedeschini Lalli sul numero di coloro che hanno partecipato ad alcune manifestazioni degli ultimi anni, post che prende spunto da un articolo di Fili…

    3. giacomo
      ottobre 24th, 2007 10:15
      3

      d’accordissimo, io √® da una vita che sono perplesso di fronte a cifre da regime coreano per qualsiasi tipo di manifestazione. a volte ho il sospetto che perfino quando si tratta di manifestazioni con biglietti a pagamento (tipo partite di calcio, concerti, ecc.) gli organizzatori gonfino comunque le cifre, perch√® alla fin fine √® sempre comodo comunicare ai vari sponsor cifre esagerate.
      E a proposito di cifre esagerate, vogliamo parlare dei dati d’ascolto di radio e tv? quelle si sono vere bufale, altro che le milionate di persone in piazza…

    4. Marco
      ottobre 25th, 2007 10:26
      4

      E’ vero si esagera veramente molto. In ogni modo di gente in piazza ne va veramente tanta specialmente quando le manifestazioni si fanno in belle citt√†. Mi ricordo che pi√Ļ di 15 anni fa andai ad una manifestazione organizzata da Rifondazione ad Amsterdam. Eravamo 3 Pulman solo da Firenze, ci siamo fatti 3 giorni di Amsterdam con 30 mila lire in albergo veramente molto molto carino. Gita meravigliosa non ricordo quale fosse l’oggetto della manifestazione forse non l’ho mai saputo ma una gita ad Amsterdam val bene una manifestazione.

    5. MyNEWS Weblog
      ottobre 25th, 2007 13:02
      5

      […]  Il bello di un blog √ɬ® poter esprimere liberamente il proprio pensiero.  Questo innovativo mezzo di comunicazione ha per√ɬ≤ anche il suo √Ę‚ā¨Ňďrovescio√Ę‚ā¨¬Ě: talvolta tende a presentare delle opinioni, delle percezioni della realt√ɬ†, come delle verit√ɬ† ultime universalmente sentite. Vorrei permettermi di fare un appunto: le opinioni sono pur sempre opinioni. E non sempre possono essere condivise: soprattutto quando si parla di politica. Per questa ragione mi permetto di replicare, con tono divertito se me lo consentite, al precedente intervento -che ho trovato molto √Ę‚ā¨Ňďpolitico√Ę‚ā¨¬Ě e a mio parere un tantino eccessivo in certe affermazioni- riportando il link di un post molto interessante e NON POLITICO che ho avuto modo di leggere da questo blog:      http://www.webgol.it   il pezzo lo trovate qui:    http://www.webgol.it/2007/10/23/siamo-come-minimo-un-milione-il-numero-mitico-della-folla-e-le-piazze-spannometriche/    Spero che questo mio intervento non degeneri in una discussione feroce. Sarebbe interessante aprire un dibattito costruttivo, ricordando il target di questo blog giornalistico: descrivere nel bene e nel male la realt√ɬ† locale, sempre avendo presente il motto del giornalismo anglosassone di presentare i fatti prima delle opinioni.   Valentina Costa alistarwasky87@hotmail.it   […]

    6. Smeerch
      ottobre 28th, 2007 20:30
      6

      Post interessante. Fa luce su una questione mai chiara abbastanza.

    7. KinemaZOne
      novembre 16th, 2007 15:21
      7

      Mmmmm, come sempre un’interessantissimo spunto di riflessione, ma si potrebbe obbiettare che in genere le persone non sono sempre le stesse dall’inizio allka fine di una manifestazione. Se si considera un numero di tre turni, quasi quasi ci avviciniamo a quei numeri, sempre restando inferiori.

      CIao

    8. Velletri.it Forum :: Filone - Notizie post elettorali
      aprile 30th, 2008 14:54
      8

      […] organizzatori, mentre (leggendo l’articolo), la Procura ha sempre dato informazioni giuste. Qui e anche qui._________________La modestia √® una virt√Ļ. Il guaio √® che molti italiani la esercitano […]

    Lascia un commento