home

Leggi gli aggiornamenti in home page

08/06/2007

La crisi della tv? Sono tutti andati al mare.

di Antonio Sofi, alle 13:15

D: Per adesso comunque voi siete agganciati al treno della tv generalista, che di recente ha cominciato a perdere pubblico e pubblicità. Preoccupato?
R: Francamente non vedo crisi della tv generalista. Nell’inverno scorso l’audience è leggermente diminuita. Ma credo che il calo vada attribuito più che altro a fattori climatici. Le temperature gradevoli sono un invito a uscire di casa.
Giorgio Gori risponde a Vittorio Malagutti su L’Espresso, venerdì 8 giugno 2007.

Al prossimo calo di ascolti sarà colpa delle cavallette.


  • La crisi, l’economia nelle persone e l’innovazione nelle relazioni
  • Alla fine del viaggio
  • Mastella, l’anomalia italiana e Porta a Porta.
  • La memoria dei bambini

  • 5 Commenti al post “La crisi della tv? Sono tutti andati al mare.”

    1. Phonkmeister
      giugno 8th, 2007 11:39
      1

      “Al prossimo calo di ascolti sarà colpa delle cavallette.” – La crisi della tv? Sono tutti andati al mare.[IMG]

    2. markingegno
      giugno 10th, 2007 09:34
      2

      Ma per rispondere ha dovuto togliere la testa della sabbia o e’ riuscito a farlo da li’ sotto?

      Ammiro, e odio al tempo stesso, le persone capaci di sostenere tesi a cui non credono, solo per evitare che si diffonda un pensiero potenzialmente svantaggioso per i loro interessi.

      Mi consolo pensando che il loro intento sia destinato a fallire. Imho, la tv generalista o si rinnova o continuera’ a perdere audience.. e parecchio.

    3. Ipse Dixit « Palinsesto…a ognuno il suo!
      giugno 13th, 2007 01:43
      3

      […] 12 Giu 2007 Ipse Dixit Posted by Michele under riflessioni , tv  Quanto è diversa la concezione che si ha della TV?Via Webgol vengo a conoscenza delle splendide e profetiche parole di un Giorgio Gori sempre più in forma: […]

    4. Flavia
      giugno 15th, 2007 17:52
      4

      Anch’io, un po’ di tempo fa, avevo letto su L’Espresso che le tv generaliste imputavano il calo d’ascolti al precoce caldo primaverile, che avrebbe portato la gente fuori casa. Nel caso ti interessasse leggere il post, lo trovi sul mio blog (data: 30 aprile)…

    5. Oreste Gambocci
      luglio 26th, 2007 22:41
      5

      Quelli che stanno in tv forse non hanno capito ancora che la gente non è cosi’ stupida come credono…o forse sperano. Dopo averci propinato trasmissioni come Buona Domenica, Uomini e donne e Al posto tuo, la gente si è scocciata e vuole qualità. Pazienza per la crisi di ascolti, mi dispiace solo per i poveri anziani che rimarrano a guardare la tv(p.s. gli anziani sono anche quelli che spendono di meno) mha! problemi dei direttori dei palinsesti, che risate !p.s. un consiglio: trovatevi un lavoro vero.

    Lascia un commento