home

Leggi gli aggiornamenti in home page

30/04/2007

Ode ai Barcamp (sogno 10 tavole rotonde in un campo di calcio wifizzato)

di Antonio Sofi, alle 13:59

Riprendo commento e discussione nel post precedente, e la madre di tutti i barcamp (cit. Gaspar che cit. Zuck) è solo uno spunto per riflettere su questo formato straordinario che è il BarCamp.

[Beggi, Kurai, Suz]
Beggi, Kurai, SuzHo messo foto e commenti più emotivi in un set su Flickr. Abbiate pietà: sono in piena fase “sfocato è meglio”, la peggiore delle fasi del fotografo dilettante. Non solo: mi sono convinto che abbia un senso scattare direttamente in B/N con la digitale (non ce l’ha).

Dopo il primo Barcamp si verifica una specie mutazione genetica irreversibile, tipo mosca di Cronemberg. Qualsiasi altro formato di conferenza/incontro/convegno sarà per qualche motivo percepito come insoddisfacente. Io sono diventato abbastanza insofferente alle conferenze tradizionali, chiunque sia il relatore. Perché la formula della non-conferenza così come si è miracolosamente cristallizzata in questi pochi mesi dimostra agli scettici un altro modo (migliore) di stare insieme e condividere la conoscenza.

Una formula che non si preoccupa della performance, degli applausi e della claque ammaestrata, della scaletta rigida e immodificabile, del palco degli invitati e dei saluti dell’autorità, del porto i ringraziamenti dell’onorevole/rettore/vescovo che è rimasto bloccato da impegni istituzionali, dei paper tronfi e interminabili, dei prolegomeni, del non potersi alzare dalla sedia, del facciamolo parlare anche se non ne sa niente, del ci-sono-domande-no-grazie-avanti-il-prossimo, ecc. ecc.

In questo senso, imho, bisogna:
– continuare verso sperimentazioni avanguardistiche, pian pianino, per rendere l’esperienza del Barcamp la più soddisfacente possibile. Io per esempio sogno un barcamp da X tavole rotonde in un campo da calcio wifizzato.
– provare a inserire piccoli pinoli di pesto barcampico laddove possibile, negli altri “incontri” normali che ci capita di organizzare o frequentare.

Ma comunque è questione di tempo: se una cosa funziona diventa virale, ed è difficile da fermare. Dopo aver partecipato ad una unconference, chi di voi trovandosi ad organizzare qualcosa, non proverebbe nei limiti del possibile ad introdurre di straforo qualche elemento barcampico? Sono bastati pochi anni e il web s’è di fatto blogizzato, sono sicuro che tra anche meno gli incontri in presenza si barcampizzeranno.

[tags]Zenacamp, genova, barcamp[/tags]


  • WaveCamp. Un barcamp che ci arrivo con il motorino (o quasi)
  • ZenaCamp: libertè, egalitè, trenettè.
  • BarCamp Matera e i sassi wi-fi
  • Genetliaco babbione: cinque anni di Webgol.it

  • 25 Commenti al post “Ode ai Barcamp (sogno 10 tavole rotonde in un campo di calcio wifizzato)”

    1. GiCi
      maggio 1st, 2007 09:42
      1

      (che diamine, mica che ci rinuncio!). Per chi volesse perdersi nel mare magnum delle immagini scattate nell’occasione: tag zenacamp su flickr. Ho letto molti dei post taggati zenacamp su technorati, ma tra tutti mi sono affezionato particolarmente a questo.

    2. Web 2.0: The Human Network
      aprile 30th, 2007 15:45
      2

      la tecnologia usata da Robin Good per lo streaming dell’evento: UStream.tv, gratuita tipo Stickam ma di qualità molto maggiore”. Tutti poi elogiano l’organizzazione Marco, Andrea, Federico, Marina, Tambu, Mitì, gli sponsor, bellissimo il post di Antonio Sofi (Ode ai Barcamp), e ancora la presentazione di una nuova start up tutta italiana: Yooplus, che ha scelto lo Zenacamp per lanciare We+Workspace, “una piattaforma Enterprise 2.0 che consente ai professionisti di gestire progetti, collaborare e comunicare

    3. Vassar storie(s)
      maggio 8th, 2007 02:03
      3

      Great minds think alike: I suggerimenti per i prossimi BarCamp di Antonio ed Enrico

    4. Luca Sartoni
      maggio 16th, 2007 14:17
      4

      altro che sedersi, riposarsi, chiacchierare. Inoltre quasi tutti i barcamper sono computerdodati e amano tenere accesi i loro amici di silicio. Risulta particolarmente comodo avere tavoli e ciabatte elettriche. Antonio immagina un barcamp fatto solo di sedie e tavoli. Come dargli torto?

    5. I blog it » Blog Archive » Cosa non funziona nei BarCamp
      aprile 30th, 2007 16:16
      5

      […] Blogging| advcamp, barcamp, barcamp.org, barcampmatera, cose da migliorare, difetti, zenacamp View blog reactions Aggiungi questo post a: Segnalo | SocialDust |OKNotizie! […]

    6. Chiara
      aprile 30th, 2007 17:46
      6

      non trovi che partecipino poche donne?

    7. Wittgenstein
      aprile 30th, 2007 22:03
      7

      […] Siamo tutti nello stesso barcamp Succede con quasi tutto, è vero. Ma è clamorosa la nettezza della separazione tra quelli che hanno capito cosa sia un BarCamp (a loro volta divisi tra chi c’è pure stato e chi no) e quelli che rispondono “un che?” Webgol, Wikipedia, Lele Dainesi [*] […]

    8. Luca Sartoni
      aprile 30th, 2007 23:02
      8

      Concordo l’idea di non riuscire a sopportare più le conferenze tradizionali.

      Anche le riunioni del mio LUG sono diventate tavole rotonde.

    9. Suzukimaruti » Le prossime sfide per i BarCampisti: il mare e Matera
      maggio 1st, 2007 01:23
      9

      […] Mi diverte molto l’idea che in tanti, dopo l’esperienza positiva dello ZenaCamp, stiano cercando di immaginare qualcosa “oltre” la formula canonica. L’idea di occupare un intero campo da calcio con dei capannelli in cui la gente discute mi sembra assolutamente Sofi-sticata e in effetti meriterebbe di essere fatta. […]

    10. leibniz
      maggio 1st, 2007 09:53
      10

      Anche io ho passato la fase del b/n… a casa mi odiano… P.

    11. Matteo
      maggio 1st, 2007 11:22
      11

      Mi accodo a Chiara: quote rosa per i barcamp!!
      Purtroppo ho dovuto perdermi Genova, e non ho mai partecipato ad un barcamp (a questo punto lo sento come uno stigma sociale, nella blogosfera, non indifferente) Come posso fare?

    12. elena
      maggio 1st, 2007 14:59
      12

      nooo le quote rosa nooo (e il dibattito? sììì).
      siamo poche ma valiamo almeno come gli altri 2/3 maschi, no?

    13. miketrevis
      maggio 1st, 2007 17:23
      13

      Bellissimo articolo. Solo 10 tavole rotonde in un campo da calcio? magari qualcuna in più :P

      Il Barcamp Muta, ogni barcamp è diverso dall’altro, resta una sola regola alla fine: wi-fi e mini-conferenze libere (dal basso dall’alto, da destra e da sinistra)

      Spero che il VenetoCamp, già mutazione in partenza, sia una mutazione positiva e produttiva come da te descritto.

      Per lo stadio aspettiamo il wi-max?

    14. Quasi.dot » Zenacamp, le foto.
      maggio 1st, 2007 17:42
      14

      […] Ho letto molti dei post taggati zenacamp su technorati, ma tra tutti mi sono affezionato particolarmente a questo. Post forse collegati: […]

    15. Smeerch
      maggio 1st, 2007 21:25
      15

      Antonio, anche a me piacerebbe. Condivido questo post quasi in pieno.

    16. Effe
      maggio 2nd, 2007 09:33
      16

      si figuri che a casa mia nemmeno parlo più con i miei parenti più stretti, se non con la formula barcamp.
      E loro che devono fare, sospirano e si assoggettano.
      Con tanto di scrite glitterate e cubitali sulla schiea, eh
      (ZIO, MOGLIE, cose così)

    17. [mini]marketing
      maggio 2nd, 2007 16:13
      17

      “- provare a inserire piccoli pinoli di pesto barcampico laddove possibile, negli altri “incontri” normali che ci capita di organizzare o frequentare.”
      oh yeah!
      Anche se spero che ci sia in futuro piu’ ricambio e propensione al coinvolgimento di esterni (facciamo che ogni blogger puo’ partecipare a max 5 barcamp all’anno? :)
      ciao

    18. Antonio Sofi
      maggio 2nd, 2007 16:57
      18

      ehi, e perché mai? Io sarei già fuori..
      e invece no: i vecchi barcamper devono iniziare i nuovi agli skill evoluti acquisiti, tipo come seguire 5 interventi in contemporanea, piluccando intanto la focaccia…

    19. Di ritorno da Genova › Sergio Maistrello
      maggio 2nd, 2007 20:20
      19

      […] Dello ZenaCamp si sa già quasi tutto, io mi sono limitato – mio malgrado e grazie soprattutto ad Andrea Beggi (l’eroe del giorno) e a Federico Fasce – a fare un po’ di pubbliche relazioni. Il merito della riuscita è tutto degli organizzatori, che – come già Antonella Napolitano a Casalecchio poche settimane fa – hanno fatto i salti mortali per far sentire ogni partecipante a proprio agio. Per il resto sottoscrivo gli auspici di Antonio Sofi e auspico un barcamping, altrettanto bar ma anche un po’ più camping. […]

    20. paola
      maggio 3rd, 2007 08:55
      20

      “elena
      May 1st, 2007 14:59
      nooo le quote rosa nooo (e il dibattito? sììì).
      siamo poche ma valiamo almeno come gli altri 2/3 maschi, no?”

      quoto :)
      paola

    21. Apogeonline - Vodafone contro il P2P
      maggio 3rd, 2007 10:35
      21

      […] Riflessioni da BarCamp. Dopo il barcamp di Genova, si tirano le somme e si guarda avanti. Senzavolto analizza la doppia faccia delle non conferenze, e si chiede quale strada verrà percorsa in un’eventuale evoluzione della formula. Antonio Sofi prova a dare una risposta: sogna un BarCamp in un campo di calcio, con tanti tavolini per piccole conversazioni spontanee. Suzukimaruti rilancia l’idea della spiaggia e invita tutti a Matera. […]

    22. Natascia
      maggio 4th, 2007 12:30
      22

      Sarebbe bello cominciare a vedere piu’ spesso nei barcamp, presentazioni a 4/6 mani, in modo tale da stimolare ancora di piu’ il senso di partecipazione. Non solo quindi la presenza ma anche la ‘creazione congiunta’ di contenuti da esporre agli altri. Inoltre tutto questo potrebbe agevolare l’organizzazione (meno presentazioni, piu’ persone parlano, meno sale da affittare).
      Mah e’ solo una proposta.
      Per quanto riguarda le donne, io non guarderei piu’ la % di donne su totale uomini presenti, da un’idea sbagliata di cosa si intenda partecipazione (nei barcamp ed in tutte le iniziative/eventi/convegni).
      Ciao!
      Natascia

    23. Galileo :: Giornale di scienza e problemi globali: Il nuovismo che avanza
      maggio 4th, 2007 21:24
      23

      […] Ma tutti questi che oggi si entusiasmano per la grande rivoluzione del BarCamp: non avevano mai sentito parlare di Hackmeeting?  […]

    24. Enorme Successo
      maggio 7th, 2007 01:50
      24

      200 persone fanno un successo?
      La bocciofila del mio paese ha 317 iscritti, organizza cene sociali una volta al mese, tutti parlano di tutto ed in tutti i luoghi, non c’è mai un intervento organizzato e nemmeno il WiFi. Funzionava così da prima che io nascessi. E’ davvero così straordinario?

    25. andreamartines.com » Cast Hommes
      maggio 14th, 2007 23:03
      25

      […] Tanto per conferma epidemiologica che la finezza delle teste si trasmette via post… e sensibile agli appelli del dott. Sofi per un riformismo barcampiano… proporrei calorosamente un CastCamp, happening in cui il tempo di ascolto individuale è uguale sia al tempo a disposizione per esprimersi che a quello dell’evento: tutti parlano e ascoltano insieme tutti gli altri contemporaneamente per tutta la giornata. Se proprio gli scappa, chi vuole può trasmettere il tutto in screaming video. […]

    Lascia un commento