home

Leggi gli aggiornamenti in home page

05/04/2007

Italia.it, un’inchiesta prismatica in attesa di un finale

di Antonio Sofi, alle 22:38

Ancora Italia.it, un tormentone infinito in attesa di un finale.

Ieri i 15 quotidiani del gruppo EPolis hanno dedicato le tre pagine del “Fatto del giorno” al caso del portale nazionale del turismo che ha debuttato on line poco più di un mese fa. Italia.it era un progetto ormai spettro fantasmatico che il nuovo governo ha scelto di rievocare – con un mix di coraggio, ingenuità e furberia. Che il precedente ministro Lucio Stanca annunciò nel 2005 come “imminente” e non è andato online né quell’anno né l’anno dopo, criticato fin dai suoi primi vagiti di carta per i faraonici stanziamenti e le storture progettuali. Che, una volta andato on line il 22 febbraio scorso, è stato subito criticato per tecnologie, contenuti, usabilità. Che, infine, negli ultimi giorni ha visto un crescendo di proteste più o meno costruttive come il RitaliaCamp a Milano, lettere aperte e le critiche di soggetti istituzionali (come Regioni e Assessorati al Turismo).

Pagina nazionale di epolis su italia.itNella pagina nazionale di EPolis di ieri, tra una infografica con alcuni dati e una spalla con le critiche istituzionali, c’era anche un mio pezzo riassuntivo dal titolo Italia.it, uno zombie d’oro nella Rete (dopo un altro pezzo uscito una ventina di giorni prima, tra le pagine di cultura). Riflettevo, avendo dato un’occhiata a tutte le edizioni locali, che il formato de “Il fatto del giorno” di EPolis si presta bene ad un processo virtuoso di osmosi giornalistica tra nazionale e locale. Cosa non sempre facilissima. Nel caso dell’inchiesta su Italia.it, per esempio, i 15 quotidiani del network (da Milano a Roma, da Vicenza a Bologna, da Firenze a Napoli, e così via) hanno declinato il tema nazionale sul locale, segnalando le imprecisioni o le mancanze che riguardavano le informazioni sulla propria città e la propria regione, intervistando associazioni turistiche, assessori e sovrintendenti, ecc. Ne è venuta fuori una inchiesta prismatica e sfaccettata, un blitz giornalistico che ha “fotografato” il portale da più lati e da più voci, e si è unito al coro di chi fin dall’inizio ha lamentato la scarsa qualità dei contenuti di Italia.it. Una operazione che, probabilmente proprio grazie al cortocircuito tra competenze e diversità locali e tema unico di rilevanza nazionale, sembra essersi fatta un po’ notare – tra richieste di interrogazioni parlamentari (un po’ pretestuose ma tant’è) e varie segnalazioni.

Speriamo serva un po’, insieme a tutto il resto, a smuovere le acque (quanto ai soldi stanziati erogati spesi da spendere, e al futuro di un progetto che dovrebbe rappresentare l’Italia sul Web, c’è più trasparenza sul fondale del lago di Lockness).

Update delle 1.20 del 06/04/07: nemmeno il tempo di evocarlo e di evocarne la coincidenza, e il governo finalmente risponde in forma ufficiale su Italia.it con un comunicato stampa di qualche ora fa: Chiarimenti sull’iniziativa del portale turistico Italia.it. Tra risposte sulle risorse erogate e da erogare, anche l’istituzione di una commissione d’indagine «che dovrà, in tempi brevi, fare luce sulle criticità e sulle possibili omissioni che hanno accompagnato sinora lo sviluppo del programma». Come nota anche Punto Informatico «Lo si attendeva da un certo tempo e alcune voci vicino al Governo, e impegnate nel progetto, già si erano fatte sentire ma ieri per la prima volta l’Esecutivo ha voluto ufficialmente prendere atto che il progetto Italia.it ha suscitato vive perplessità nell’opinione pubblica e, più specificamente, negli operatori Internet e persino tra le aziende del turismo che più di tutti dovrebbero beneficiare dal portale di settore».

[tags]italia.it, epolis, inchiesta, proteste, turismo, portale[/tags]


  • Una nuova grammatica per il turismo
  • In attesa
  • Do It Better. Italia.it e le slide del convegno a Matera.
  • L’Italia turistica dopo (e oltre e attraverso) Italia.it. Roberta Milano a Qdc.

  • 13 Commenti al post “Italia.it, un’inchiesta prismatica in attesa di un finale”

    1. Infoservi.it - Infoservi.it
      aprile 11th, 2007 15:58
      1

      , proprio loro, sponsorizza l’OpenCamp di Roma. A quanto mi risulti, è il primo caso italiano di grande azienda IT che apre una conversazione con questo mondo. A parte IBM e Ritalia (ma è un’altra storia, da leggere l’inchiesta di Antonio Sofi a riguardo), e, ovviamente, gli ottimi di San Lorenzo, che hanno “foraggiato” tutti i campers finora. Non è una metafora: hanno offerto tutti i pranzi, e siccome sono un’azienda innovativa e producono cose buonissime meritano la

    2. Ciro Pellegrino | blog di giornalisticamente.net
      ottobre 19th, 2007 09:52
      2

      Qualche tempo fa (anzi diciamolo, la bellezza di 7 mesi fa) E Polis si confermava giornale precursoree pubblicavain nazionale un bel fatto del giorno (bello e dettagliato grazie soprattutto ai pezzi di Antonio Sofi) su Italia.it il portalone delle polemiche, costato l’ira di dio e risultato sgradito per svariati – e ottimi – motivi.

    3. [•] - RSS/ATOM Feeds Aggregator
      dicembre 20th, 2007 00:56
      3

      la nuove grammatica digitale per comunicare la promozione del territorio“. il sottotitolo è altrettanto impegnativo: “dai linguaggi della rete all’esperienza di second life”. oltre indegnamente me (vorrei ripetere duecosecirca il caso italia.it) ci saranno tra gli altri bruce sterling, derrick de kerckhove, giuseppe granieri, giovanni boccia artieri, mauro lupi, sergio maistrello e roberta milano. (uff, ma quando inventano un link automatico e fisso al nome? digiti il

    4. ciro
      aprile 6th, 2007 01:15
      4

      Che poi, voglio dire, prendendo come spunto Italia.it si potrebbe anche andare a vedere il resto dei supercostosi portali regionali e/o comunali… mi sa… :)

    5. Blog Notes - Blog Aggregator 3.3
      aprile 6th, 2007 09:19
      5

      […] Webgol, monografie blog Italia.it, una inchiesta prismatica… …in attesa di un finale View blog reactions […]

    6. Giorgio
      aprile 6th, 2007 09:26
      6

      a me è piaciuta molto l’inchiesta di mercoledì, l’ho letta su Il Napoli e pensavo fosse solo una cosa della Campania… complimenti

    7. Lettera a Prodi: PARTITA! « scandaloitaliano
      aprile 6th, 2007 10:07
      7

      […] Italia.it, un’inchiesta prismatica in attesa di un finale Webgol, a cura di Antonio Sofi on Aprile 5th, 2007 […]

    8. Stefano Epifani
      aprile 6th, 2007 23:12
      8

      …potrò apparire noioso, ma continuo a dire che questo fatto continua ad essere sottovalutato…
      un saluto!

    9. Ultime Notizie
      aprile 7th, 2007 15:38
      9

      Come ha fatto il governo sia di centrodestra che di centrosinistra ad accettare una spesa così grave, 40 milioni di euro per un sito inutile?

    10. ciro
      aprile 7th, 2007 17:17
      10

      http://liberoblog.libero.it/cronaca/bl6646.phtml

    11. Third Eye
      aprile 7th, 2007 21:22
      11

      Sarò banale, ma in altri paesi per scandali con cifre cento volte minori dei politici si bruciano per sempre la carriera; qui i media tradizionali ne parlano poco e male, i presunti responsabili tergiversano, alcuni membri del governo hanno pure osato presentarlo in toni trionfali, mah…

    12. ernesto
      luglio 1st, 2007 01:23
      12

      Mah… che dire. L’ennesimo sperpero all’italiana. Mi danno veramente fastidio queste cose.

    13. Il grigio
      gennaio 8th, 2015 12:00
      13

      Mi lasciano sempre perplesso certe notizie….utile saperlo comunque

    Lascia un commento