home

Leggi gli aggiornamenti in home page

06/03/2007

Rodotà sugli sbagli di Italia.it (più o meno)

di Antonio Sofi, alle 19:23

Dal discorso di Stefano Rodotà a Montecitorio in occasione dell’apertura della Conferenza internazionale dell’Unione interparlamentare (grassetto mio):

Con questo vasto mondo – in cui la democrazia si manifesta in maniera “diretta”, ma senza sovrapporsi a quella “rappresentativa” – i Parlamenti devono trovare nuove forme di comunicazione, attraverso consultazioni anche informali, messa in rete di proposte sulle quali si sollecita il giudizio dei cittadini, procedure che consentano di far giungere in parlamento proposte elaborate da gruppi ai quali, poi, vengano riconosciute anche possibilità di intervento nel processo legislativo.

Mi ricorda qualcosa…
Forse il caso di Italia.it?

Progetto i cui veri errori non sono le magagne tecniche, ma

    1) non essere riuscito a raccontarsi in maniera chiara e trasparente (specie sulla questione dei soldi spesi, stanziati, previsti, futuri, allocati) innescando il cortocircuito comunicativo fatto di sberleffi e proteste di questi giorni e
    2) non aver aperto alcuna “consultazione anche informale”, alcuna “messa in rete di proposte sulle quali si sollecita il giudizio dei cittadini”, alcuna “procedura che consenta di fa giungere in parlamento proposte elaborate da gruppi”.

E quando poi, a frittata ampiamente fatta e a posteriori, vengono comunque forniti assist collaborativi come rItaliaCamp, che interpreta a modo suo la voglia di molti di trovare un interlocutore con cui collaborare, il risultato è che soggetti che potevano cogliere al balzo questa opportunità politica come il pur attento Osservatorio ICT della Margherita gigioneggiano con provocazioni come Italia.it su Second Life, e poco (condivisibile ma fumoso) altro.

[tags]Italia.it, Margherita, Rodotà, ritalia[/tags]


  • Incontro i propri pregiudizi. Dal giornalismo a Grillo, passando per Rodotà.
  • La tag cloud del discorso di Veltroni. Noità e lavoro (supersintesi)
  • Più Berlusconi meno Veltroni, ma viceversa per i partiti
  • Political divide, Facebook e gli sposta-voti

  • 3 Commenti al post “Rodotà sugli sbagli di Italia.it (più o meno)”

    1. Riccardo Cambiassi
      marzo 6th, 2007 21:54
      1

      :)

      Bel parallelo.

    2. Apogeonline - I problemi dei social network
      marzo 7th, 2007 11:19
      2

      […] Rodotà e la tecnologia. Stefano Rodotà interviene alla Camera con un discorso sui rapporti tra tecnologia, politica e società. Stefano Quintarelli evidenzia i punti focali del discorso, mentre Antonio Sofi, su Webgol, rileva nel suo discorso un punto che andrebbe applicato al traballante progetto Italia.it. […]

    3. p o s t - h u m a n » Rodotà, nuove tecnologie, diritti
      marzo 8th, 2007 01:06
      3

      […] Rodotà sugli sbagli di Italia.it (più o meno) (Webgol) […]

    Lascia un commento