home

Leggi gli aggiornamenti in home page

14/12/2006

Post sotto l’albero 2006

di Antonio Sofi, alle 12:06

Come ogni anno da due anni a questa parte, il Natale non sono le luminarie nelle strade di paese o la simil-neve sparata a casaccio sulle vetrine del centro, ma il pdf natalizio che Sir Squonk, con invidiabile abnegazione (prima o poi chiederà il conto a tutti) mette insieme con i post (e foto e varie) di alcuni blogger. Da agganciare all’albero di Natale al posto delle palline.

Post Sotto l’Albero 2006 (pdf, 1,08 mega)

[Io ho anche il Gronchi Rosa, se qualcuno lo vuole]


  • Il Post sotto l’albero. L’unico vero immutabile rito del Natale in salsa blog
  • Scripta volant, podcast manent
  • Bill Gates e il cono gelato allo stracchino
  • «Crede che Linux sia un bambino con la coperta»

  • Un commento al post “Post sotto l’albero 2006”

    1. Squonk » Nanopublishing all’amatriciana
      dicembre 14th, 2006 12:15
      1

      […] Leggendo le (non so quanto affidabili) statistiche di MyBlogLog, circa 180 persone hanno usato questo blog come trampolino per andare dal buon eio e scaricarsi il Post sotto l’Albero 2006. Dati i suoi attuali volumi di traffico, volete che eio non abbia portato un altro paio di centinaia di scaricamenti? Diciamo di sì. Aggiungiamo i download generati da chi ha avuto la gentilezza di citare l’iniziativa e da chi, citandola, ha nuovamente reso disponibile il pdf (elenco lungo: Lellina, MicroBlogGiallo, Achille, American Beauty, Copiascolla, Principe, Massimo Morelli, Attentialcane, Leibniz, Nonnavolante, il Proeta, Zio Burp, Farfintadiesseresani, Giusec, Livefast, [mini]marketing, Séverine, Zu, YAUB, Quattropassi, Herzog, Webgol, pm10 – chi sto dimenticando? Grazie a tutti, comunque). Concludiamo con i forward via mail e altri utilizzi meno canonici (a parte l’apposizione di singoli post sotto i tergicristalli delle macchine parcheggiate in zona Moscova, fatta chiaramente sotto i fumi dell’alcool, se non ricordo male i Maestrini un paio d’anni fa usarono il PslA come messaggio aziendale di auguri natalizi): insomma, a spanne ci potrebbero essere in giro un migliaio di “copie” di questo manufatto artigianale come pochi. Dovrebbero chiamarci quelli di Fahrenheit, e farci libro del mese. […]

    Lascia un commento