home

Leggi gli aggiornamenti in home page

30/10/2006

Reality show, gli stage dell’azienda tv

di Antonio Sofi, alle 22:12

Grande FratelloAncora i reality show. Ne stiamo scrivendo da un po’. Qualche settimana fa scrivevo (un po’ contestato) che in fin dei conti, i reality show sono narrazioni particolari in cui buona parte di attrattività è da attribuirsi alla possibilità di completamento partecipativo di chi guarda. Una partecipazione cognitiva che scimmiotta quella dei videogiochi. Guardare e completare è una cosa sola: fossi stato io al loro posto (in quella casa, in quell’isola, in quella situazione) mi sarei comportato in un altro modo. Avrei bestemmiato. Gridato. Mangiato con le mani. Provatoci nascosto dalle coperte, o rintuzzato facendo finta di niente, che in amore vince chi scappa. Eccetera.

Ma si può anche provare a partecipare in prima persona.
Per esempio. Si stanno svolgendo in tutta Italia le selezioni dei partecipanti della settima edizione del più famoso tra i reality, il Grande Fratello. Spesso fin dalle prime luci dell’alba centinaia di ragazzi e ragazze hanno, in tutt’Italia, pazientemente atteso il proprio turno per un provino davanti ad una telecamera. Anche se la formula dei reality sembra vacillare, e per le selezioni non è più il tempo delle adunate oceaniche, o delle bottigliette d’acqua distribuite come ai concerti rock (come nota Anna Lupini su Kataweb, e c’è anche un video con un montaggio d’autore), per questi ragazzi il Grande Fratello è ancora una carta da giocare.

E forse più nella speranza che il reality sia la porta d’ingresso al luccicante “mondo dello spettacolo”, che per il premio in denaro dato al vincitore. Che, come in parte ricordava Nicoletti scrivendo della coppia di siamesi saprofiti de La Pupa e il Secchione, la vera vittoria sia esserci e farsi notare – e il bello verrà dopo. Segno dei tempi.

Il tutto sembra molto simile a quella che potremmo chiamare “la sindrome dello stage”. Che spesso definisce il rapporto delle (nolenti) nuove generazioni con l’adultità e il mondo del lavoro. Che porta molti giovani ad accettare stage nelle aziende con l’obiettivo, più che d’imparare un mestiere, di avere una qualche forma di accesso facilitato al mondo delle professioni.
Il risvolto negativo è che spesso (per fortuna non sempre) le aziende se ne approfittano. Utilizzando forza lavoro fresca e volenterosa, e a basso costo.

Anche il mondo dello spettacolo spesso s’approfitta dei reduci (sopravvissuti, dicono in molti) dei reality. Con il consenso degli interessati, ovviamente.
Li propina in tutte le salse e in tutte le ore: è la scia bavosa del dopo-reality, con i vari talk show che provano a sfruttare, degli ex partecipanti, la flebile e caduca aura di popolarità. Per vincitori o vinti, il tempo è comunque tiranno. Nuovi reality sono sempre alle porte ed occorre battere il ferro finché è caldo. Nuovi protagonisti sono pronti a sostituire gli eroi precedenti, nella sempre più stanca e veloce passerella di matrice warholiana: quindici minuti di celebrità (o tre mesi di stage con rimborso) e poi chissà.

[Una versione ridotta di questo pezzo è stato pubblicato su Il Firenze]

[tags]Reality Show, Reality, Grande Fratello, Televisione, Stage[/tags]


  • (Ir)reality show. Il fascino discreto della bugia (e della verità)
  • I reality show e l’autenticità da frazione di secondo
  • Pupe e Secchioni, siamesi saprofiti
  • La porno pupa e il porno secchione

  • 4 Commenti al post “Reality show, gli stage dell’azienda tv”

    1. spaz
      ottobre 31st, 2006 16:45
      1

      potrei cominciare a pensare seriamente di cambiar lavoro: sempre meglio tre mesi di stage con rimborso che trentacinqu’anni di “schiavitù”.
      uhm. quand’è che faranno le selezioni a FI?

    2. Antonio Sofi
      novembre 1st, 2006 16:45
      2

      FI è Forza Italia o Firenze? (o un nuovo reality che non conosco?) :)

    3. Bivol Viorel
      novembre 12th, 2006 23:36
      3

      caro Antonio ammo tanto il reality e il mio sogno e quella di poter partecipare unno di questi meno Grande fratello .E posibile ? ecomme si puo fa .

    4. Gianluca
      settembre 5th, 2007 00:57
      4

      Riguardo ai reality sono sempre molto scettico e dubbioso…. Secondo me dietro cè sempre un copione che viene fatto seguire hai concorrenti che sono poi a loro volta molto bravi a non farlo capire. Reality veri o falsi? Mi sà che ci stanno prendendo……….

      Mio sito web: http://www.gcsoftwares.com

    Lascia un commento