home

Post scritti nel luglio, 2006

31/07/2006

Mamuthones. Sangue, sudore e campane.

di Enrico Bianda, alle 07:25

[foto di Enrico Bianda]
mamuthonesLa fatica risuona di campane percosse da un osso di pecora. Con salti mossi e ordinati, a coppie in un corteo spaventoso, fatto di maschere e occhi scuri, pelo di montone e gesti autoritari. I mamuthones si muovono all’unisono, saltano insieme, diretti con orgoglio da un issokadore che si muove attraverso le bestie-uomo con circospezione, come un domatore, attento a non distrarsi mostrandosi al contempo coraggioso.
Sono usciti verso le 3 del pomeriggio, dopo la vestizione, chiusi nelle stanze della vecchia casa padronale nel centro del paese. Dal cortile si leva il fumo del fuoco pubblico. Uno dei tanti che da ieri sera illumina le strade di Mamoiada.

Continua a leggere »

28/07/2006

Wonka test, la dissonanza pubblicitaria e i biscotti nell’armadio

di Antonio Sofi, alle 18:22

[foto di Kekule]
Gocciole
Il WonkaTest (che deve il suo nome al personaggio creato da Rohald Dahl, e trasposto in film da Tim Burton) è un test di dissonanza pubblicitaria inventato da Luca aka Kekule, di Pastaaltonno.

In fondo è solo un pretesto per una prosa acuta e divertita. Su piccole grandi illusioni che governano il modo con cui compriamo le cose. E il modo con cui le cose ci vengono vendute. La domanda cui risponde è banale: che differenza di immagine c’è tra prodotto reale ed immagine di advertising? Lasciando perdere la qualitĂ  del prodotto, in questo caso davvero chi se ne frega.

Continua a leggere »

27/07/2006

Cartoline da Gerusalemme

di Raffaele Palumbo, alle 17:30

Raffaele Palumbo è a Gerusalemme. E’ un nostro caro amico, giornalista di Popolare Network. Ci manda le sue corrispondenze, questa è la prima. (eb)

Continua a leggere »

26/07/2006

Non c’è tempo! Contrordine: ce n’è troppo.

di Antonio Sofi, alle 20:00

Non c’è tempo.
O meglio: non c’è mai abbastanza tempo per fare tutto.

Siamo ormai abituati a cercare in tutti i modi come guadagnarne un po’. Impegni (di lavoro, familiari) incastrati al limite del secondo come un complicato puzzle cronologico. Gite lampo di pochi giorni, lungo le corsie preferenziali del quadrilatero del turista moderno (Firenze, Roma, Napoli, Venezia) che tanto duole alle finanze degli albergatori (a loro dire).

Ciò che necessita tempo, dura troppo; ciò che richiede tempo, richiede troppo tempo. Non importa quanto brevi siano le nostre attivitĂ , non lo sono mai abbastanza. PerchĂ©, in qualche modo, durano. Le cose durano, a pensarci è geniale – lo intuiva Gunther Anders, giĂ  trent’anni fa.

E’ un mondo difficile, cronologicamente competitivo.

Continua a leggere »

24/07/2006

Eriadan e gli altri, disegnatori di sé stessi

di Antonio Sofi, alle 20:00

Screensaver, di eriadan, su apogeonline.comIo sono, da sempre, un grande appassionato di fumetti. Onnivoro, peraltro. Ne leggo su giornali, strip, albetti, riviste, libri, cartonati, pezzi di carta per strada: qualsiasi cosa, purchè sia disegnato. Curioso (curioso?) come questa passione sia inversamente proporzionale alla mia abilità di disegnare. Ci ho provato tante volte, ma nemmeno a far diventare gli sgorbi che faccio più carini, sono riuscito.

Per fortuna c’è chi sa disegnare, e bene. E raccontare tramite il disegno.
Allora mi consolo leggendo loro.

Uno che sa disegnare e raccontare, e lo fa assai bene, è eriadan – che sul web non ha certo bisogno di presentazioni.

Da oggi, su Apogeonline, c’è eriadan con una nuova serie settimanale intitolata Screensaver.

L’occasione era troppo ghiotta per non scriverne un po’, provando a riflettere anche sull’impatto di web e blog sui grandi destini del fumetto e su quelli piĂą piccoli delle comic strip (e anche Screensaver è una comic strip, formato domenicale, però, e a colori).

L’articolo, sempre su apogeonline, è lunghetto, mi spiace per chi non li ama.
Il titolo è: Eriadan e gli altri, disegnatori di sé stessi.

19/07/2006

Polaroid d’estate. The Smiths is (not) dead

di Enrico Bianda, alle 19:05

Vedi il video di “What difference does it makes”, The Smiths, Live at Hacienda, Manchester, 07.06.1983

smiths_1983_hacienda(terzo click) Come rondini, volando veloci sibilando basse sul terrazzo di casa mia, tornano sempre a farci visita The Smiths. E’ uscito un live non ufficiale, su vinile, ma forse anche su cd immagino. Si tratta della prima registrazione del gruppo, e terza esibizione in assoluto della band di Manchester. Un concerto, 8 brani, uno dietro l’altro come sul palco, registrato il 7 febbraio 1983 all’Hacienda della città che ha visto nascere la band di Morrissey e Johnny Marr. Esecuzione acerba, anche se già efficace. Dentro si trova “What Difference Does It Make?”, “Handsome Devil”, “Hand In Glove” e “Miserable Lie”.

Continua a leggere »

17/07/2006

Polaroid d’estate. La sposa, i mondiali e il maxischermo.

di Enrico Bianda, alle 14:35

polaroiddestate.jpgIn una delle tante inutili note dei GR estivi, ieri nel pomeriggio è passata un’intervista al segretario del sindacato gestori stazioni balneari. Domanda fondamentale del giornalista, quali fossero le mode e le curiosità della stagione in corso.

Il segretario del sindacato di cui sopra non ha avuto dubbi: gli schermi giganti in spiaggia, che dope le notti mondiali resistono con il Moto GP che appassiona tanto i nostri bagnanti. Schermi giganti in spiaggia, volume gigante in spiaggia. Corpi sudati e lucidi su poltroncine a succhiare un ghiacciolo al limone con stecco alla liquirizia. Occhiali da sole visiera brillanti e sorrisi, muscoli e bikini davanti allo schermo gigante.

Continua a leggere »

16/07/2006

Polaroid d’estate. Pintor che dice “carino”.

di Enrico Bianda, alle 20:14

Manifesto Vauro (primo click) Di giovedì il quotidiano Il Manifesto costa 5 euro. Fanno una fatica boia. Con Antonio ci becchettiamo, teatralmente, certo. Ma lo sforzo lo facciamo.

E immagino che in molti si saranno accorti della mia assidua frequentazione di quelle pagine. Ad essere sincero ho imparato moltissimo, sfogliando le pagine del Manifesto, tra la cultura e con Alias, imparando ad amare, e riconoscere prima, la scrittura di alcuni, di cinema, e poi di letteratura. E di giovedì adesso, con 5 euro, si compra un giornale doubleface.

Continua a leggere »

15/07/2006

Il tempo (perso?)

di Enrico Bianda, alle 19:43

ciliegieInsomma ci siamo. Si viaggia e si sogna.
Il nuovo tema estivo è “Tempo (perso?). Viaggi, racconti, letture“.

Si perde il tempo, ritrovato per noi. Per chi può. Saranno, immagino una serie di appunti. Sparsi, che si rincorreranno, si isoleranno, racconteranno di un tempo ritrovato per noi, o per gli altri. O almeno con gli altri. Sì, viaggiare…
Le immagini e i suoni raccolti un po’ in giro per il mondo, per chi vorrĂ  donarceli e per noi che viaggeremo, nel nostro piccolo.

Su un taxi scassato lontano da questa Italia, o per qualche via cittadina nella nostra controra, con qualche negozio chiuso per ferie, con qualche cinema aperto e la scommessa di andarci il pomeriggio a passare un’ora e mezzo al buio e al fresco, con un film dell’orrore magari, giapponese che ho visto ce n’è qualcuno in arrivo.

Continua a leggere »

10/07/2006

Il cielo sopra Berlino è azzurro

di Antonio Sofi, alle 14:17

Campioni del MondoPer una volta faccio uno strappo alla regola.
Quinta di Copertina (rassegna stampa tecnologica che curo sulle pagine web di apogeonline.com) oggi è tutta dedicata a come i quotidiani hanno raccontato la vittoria dell’Italia ai Mondiali di Calcio appena conclusasi a Berlino.
Scelta obbligata, in realtĂ , ancorchè un piccolo divertito omaggio alle mille anime d’inchiostro e di parole della vittoria di ieri.
Sui giornali di oggi, comuqnue, era arduo trovare altro.

Molti gli articoli ben scritti e piacevoli da leggere, alla necessaria selezione sono scampati Malaguti & Gramellini e i loro rigori narrativi, Vittorio Zucconi e la rivincita dei pinocchi, la splendida Audisio e la cornata del caprone-Zidane, l’unificazione d’incanto di Verdelli, il maxischermo di Aldo Grasso, il Pil di Boeri, e la notte di festa di Settore (un blog, ma chiudeva il cerchio). Il podcast lo trovate qui.

Ed eccezione per eccezione, per una volta cedo ad una lusinga per i piĂą pigri; per ascoltare la Rassegna Stampa Speciale Mondiale basta cliccare sulla freccia qui sotto.

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

[tags]Mondiali, ItaliaFrancia, Podcast, QuintaDiCopertina, Apogeonline, Rassegna Stampa[/tags]

06/07/2006

La sfilata di Firenze dopo Italia-Germania

di Antonio Sofi, alle 21:41

Clicca per vedere il video.

QualitĂ  scarsa, filmato fatto con telefonino la notte del 4 Luglio – quasi unicamente per provare da postante YouTube.

Ma anche utile (nell’attesa di inaugurare un nuovo tema estivo, forse domani) al fine di documentare che a Firenze, cittĂ  dimenticata dai collegamenti tv la notte vittoriosa contro la Germania a scapito di servizi in diretta anche dalla Piazza Centrale di Pescasseroli, abitata da tifoseria da sempre tacciata di campanilismo gigliato, inderogabile anche alla Nazionale (che infatti è stata lontana dall’Artemio Franchi per molti anni), anche qui, dicevo e mi sono incartato, s’è fatto una divertente allegra sfilata, con i turisti ai bordi delle strade che scattavano foto con la stessa identica espressione di quando sfilano i figuranti in costume storico.

Continua a leggere »