home

Leggi gli aggiornamenti in home page

30/03/2006

A voto donato non si guarda in bocca

di Antonio Sofi, alle 00:49

Scarica l’mp3 (500 kb ca., 2,10 minuti), sottoscrivi l’rss (o aggiungilo sul tuo itunes), oppure clicca sulla freccia per ascoltare

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Adotta il voto di un immigrato
Adotta il voto di un immigrato
Dono antropologico, il rito del dono, a caval donato non si guarda in bocca. Al di lĂ  dei proverbi il dono sembra essereun elemento costitutivo di come è vissuta internet, spesso in maniera passionale e gratuita, specie negli ultimi periodi in cui la gente comunica agli altri senza aspettarsi niente in cambio. In realtĂ  poi aspettandosi in cambio che gli altri facciano lo stesso, in uno scambio continuo e reciproco di informazioni, suggerimenti, idee, emozioni. […] L’iniziativa si chiama “Adotta il voto di un immigratoed è stata proposta inizialmente da Sherif El Sebaie, che scrive:

Fra poche settimane i cittadini italiani saranno chiamati a votare il nuovo governo. Circa 3 milioni di stranieri regolarmente residenti in Italia non lo potranno invece fare, nonostante rappresentino il 9% della forza lavoro, paghino tasse e contributi e/o investano soldi in Italia contribuendo alla crescita di questo paese.

Insomma in poche parole. Se proprio hai deciso di non andare a votare e astenerti in queste elezioni, prova a pensare se non sia il caso di donare questa possibilitĂ  a chi oggi non ce l’ha e forse dovrebbe averla.

Da “Una settimana in campagna” in onda ogni mercoledì dalle 19.00 su facoltĂ  di frequenza.


  • Al voto, al voto!
  • Liveblog from SWG. Pomeriggio di presentazioni.
  • Cioccolato
  • Saper cucinare

  • Un commento al post “A voto donato non si guarda in bocca”

    1. Paolo Graziani
      marzo 31st, 2006 14:47
      1

      Un giorno, fra qualche decennio, gli anni in cui in Italia il diritto di voto era negato agli immigrati regolarizzati – MILIONI DI PERSONE – ci faranno lo stesso effetto, di quel vago ricordo che abbiamo, ormai, dell’apartheid in sudafrica. E’ uno scandalo che ancora in queste elezioni, milioni di NON-italiani residenti all’estero, possano votare, e milioni di ORMAI-Italiani ovvero immigrati regolari residenti in italia e paganti le tasse in Italia, non possano votare.
      E’ una forma di razzismo che mi fa vergognare, come tante altre cose, di essere italiano.

      E allora, piuttosto che donare il voto, semplicemente: votiamo per i partiti che hanno intenzione di cambiare questo stato di cose.
      C’è bisogno che precisi quali?Direi che a destra non ve ne è nessuno.

    Lascia un commento