home

Leggi gli aggiornamenti in home page

04/03/2006

Seguela, e l’affissione che cristallizza

di Antonio Sofi, alle 20:41

Segnalo l’intervista di Massimiliano Lenzi al mitologico Jacques Seguela, uno dei primi consulenti politici europei, autore di varie campagne di Mitterand. L’intervista è su il Foglio di ieri, Venerdì 3 Marzo 2006, insieme ad un bel pezzo dell’amico Andrea Boraschi. L’intervista completa a Seguela è anche qui.

Eccone un pezzo di (condivisibilissima) critica alla par condicio e al divieto di liberi spot elettorali:

“Nell’epoca dell’egemonia dei media perché inibire ai cittadini la maggiore informazione possibile sulle idee dei politici in lizza? I mass media sono filtri culturali: la televisione mostra, il cinema dimostra, la radio fa agire, la stampa fa riflettere. L’affissione cristallizza. Eppoi, mi dovrebbero spiegare per quale ragione i manifesti elettorali sui muri sarebbero più virtuosi della televisione nel veicolare un messaggio elettorale?”.

Quanto al predominio delle affissioni nella comunicazione politica italiana – fenomeno che io giudico quasi del tutto scollegato dalla par condicio, legato invece alla giovane ed analfabeta storia della comunicazione politica italiana – date un’occhiata al gruppo elezioni su flickr (nuove foto assai benvenute) e, se passate da Roma, andate a dare un’occhiata a questa mostra “La rinascita del Parlamento“, con alcuni straordinari (e inediti) manifesti d’antan (al più presto ne scannerizzo qualcuno).

[tags]manifesti, seguela, parcondicio, elezioni[/tags]


  • No related posts

  • Lascia un commento