home

Leggi gli aggiornamenti in home page

30/06/2005

Timing

di Antonio Sofi, alle 14:02

Comincio a pensare che mi difetti drammaticamente quello che si chiama il giusto timing. Dopo più d’un mese dalla fine del neuweb, mi sono accorto di avere altre cartelle di foto. Le ho messe tutte qui – il caro vecchio meglio tardi che mai può valere anche in questo caso.

Cambiato anche l’header, dopo il running Sergio, un paesaggio assolato, opera di emmegi, caro amico e maestro di arte tridimensionale (che per webgol ha già prodotto uno splendido filmato in 3d di una nave maltese, e un koan 3d sulle arti marziali).

Nei prossimi giorni, finita la preannunciata pausa, si riprende (con quale tema ancora non si sa, dovevamo decider ieri a pranzo, ma lo spaghettino con le cozze non aiuta la riflessione).


  • Il controllo della surrealtà
  • Veltroni Day a Torino. L’investitura ufficiale, le primarie e la seduzione comunicativa.
  • La comunicazione scientifica tra l’incudine dei media e il martello del web (meglio il martello).

  • 10 Commenti al post “Timing”

    1. Effe
      giugno 30th, 2005 14:19
      1

      in effetti il carboidrato con il mitile si scontra con l’intento di ottenere ulteriori risultati( c’est à dire: pasta e cozza cozza e basta)

    2. lizaveta
      giugno 30th, 2005 18:37
      2

      Bellissimo questo header (invidia potente)
      :))))

    3. Paul
      luglio 1st, 2005 09:02
      3

      Neanche se le metti abagno nel bicarbonato prima di cuocerle.

    4. Davide
      luglio 1st, 2005 17:11
      4

      Non sai come ti capisco: dovrei scrivere un post sul mio blog relativo al convegno etica e internet ed ancora niente.
      Mi sa che il tuo post mi ha dato la carica giusta per rimboccarmi le maniche e cominciare a scrivere.
      Un abbraccio

      Davide

    5. gomitolo
      luglio 2nd, 2005 14:09
      5

      Siccome subisco anche io una strana fascinazione per quelli che giocano a bocce (così come per quelli che ballano il liscio -il che, volendo, è sempre questione di ‘danza’), ti consiglio “L’ultima estate” di Daniel Picouly, in cui c’è un capitolo *splendido* sull’argomento.

    6. criscia
      luglio 3rd, 2005 23:57
      6

      non aiuta la riflessione ma neanche la digestione:-D scusa ma non ho resistito… periodo di studio. Sono sul rincitrullito :-)

    7. chiara
      luglio 4th, 2005 12:05
      7

      No, decisamente le cozze sono un deterrente per la mente, come questo caldo, daltronde.
      L’header è stupendo, complimenti all’autore!

    8. antonio
      luglio 4th, 2005 13:28
      8

      ah, e mi sa che bissiamo domani: è proprio vero che si fanno sempre gli stessi errori.
      grazie per i complimenti all’header, riferirò con piacere e approfitterò per chiederne un altro :)
      Davide: onorato di averti aiutato; ora mi sa che dovrò essere io a prender forza e coraggio da te :)
      Massimiliano: segnato da prendere!

    9. vis
      luglio 4th, 2005 23:39
      9

      L’anima della cozza è molto più tosta e tenace della cozza stessa.
      Ti si attangalia nelle viscere e la sua incorpore presenza si manifesta con una manifesta inattività produttiva.
      Anche le cozze hanno un anima, ricorda.

      p.s mi permetto di ricordarti che prima che l’anima della cozza si impadronisse del tuo spirito…..

    10. Emmegi
      luglio 5th, 2005 19:24
      10

      Sono contento che l’header vi sia piaciuto. Grazie mille per i complimeni.
      Lo spaghettino alle cozze non aiuta la riflessione ma mi ci vorrebbe proprio stasera.

    Lascia un commento