home

Leggi gli aggiornamenti in home page

16/03/2005

Corpi estranei I – Sinceramente non mi pare uno scandalo

di Enrico Bianda, alle 23:59

Personalmente sono sempre stato attratto dalla dimensione pubblica dell’atto sessuale. In altri termini sono attratto da quanto si nasconde dietro il mondo della pornografia, che in realtà altro non è che la rappresentazione pubblica di un atto privato, che si alimenta del suo essere rappresentato e moltiplicato, nei gesti, nei volti e nei luoghi.

Qualche anno fa mi divertii a definire il complesso dei luoghi e dei personaggi (e quindi anche l’industria che muove questo universo) come “sguardo svelato”, intendendo la qualità flagrante dell’azione sottoposta allo sguardo pubblico, cui, sempre all’epoca, contrapponevo l’altro universo, parallelo forse, che collocavo nella dimensione dello “sguardo velato” : l’attrazione per una dimensione chiusa del sesso in un contesto di scambio e confronto.

In altre parole da una parte c’era l’industria del porno, e dall’altra quella dello scambismo di coppia in luoghi chiusi, in ville o parcheggi, ma pur sempre controllati e ad economia vigilata. Tutto questo stava in due piccoli documentari radiofonici che si alimentavano vicendevolmente, dove il primo (dedicato ad una villa delle colline romane) viveva probabilmente grazie al motore emotivo del secondo, ambientato nei teatri e sui set di produzioni hard.

Insomma quella curiositĂ  è restata, nel frattempo sono successe parecchie cose, e i limiti o i confini di questi strani universi si sono ulteriormente persi o assottigliati. I gesti pubblici del consumo di pornografia si sono rarefatti, trasformando il rito riproducendolo all’infinito attraverso un semplice click del mouse navigando con l’adsl. Tutto e subito direttamente alla scrivania, spendendo poco o nulla, rischiando per lo piĂą qualche virus elettronico.


  • Corpi Estranei II – «L’origine du monde»
  • Corpi Estranei IV – Tempo da perdere
  • Corpi disabitati
  • Corpografie [II]

  • 4 Commenti al post “Corpi estranei I – Sinceramente non mi pare uno scandalo”

    1. enrico
      marzo 17th, 2005 12:58
      1

      una lettura, al volo, potente e devastante: ivano ferrari, macello, einaudi

    2. antonio
      marzo 17th, 2005 13:06
      2

      un link al volo…
      Giuseppe Genna piĂą di anno fa sul libro che citi
      Ivano Ferrari: ‘Macello’

    3. Antonio
      marzo 17th, 2005 13:10
      3

      altro, rimanendo sempre sui blog: Antonio Moresco su Nazione indiana
      Rossano Astremo su Vertigine

    4. enrico
      marzo 17th, 2005 14:13
      4

      e va beh… ferrari, la settimana dal 28 al primo aprile, la mattina, l’alba in veritĂ .

    Lascia un commento