home

Leggi gli aggiornamenti in home page

29/11/2004

Blog massa e blog bar

di Antonio Sofi, alle 13:11

Leonardo si schermisce e poi recupera (evitando facili modestie), concorda che in effetti il “panorama è quello lì” (interessante ma non esaltante: purtroppo, già), descrive i blog massa, che sembrano inutili ma non lo sono

In pratica si tratta del figlio di un operaio-massa che si è laureato, lavora davanti a un PC, e nel tempo libero gestisce un blog, dove parla molto spesso di politica perché è un tema che lo indigna e lo appassiona.
In effetti il blog-massa non fa altro che indignarsi e appassionarsi. Il contenuto dei suoi post può essere ridotto a questo: “Berlusconi mi taglia le tasse, W!”, “Berlusconi continua a prendermi in giro con le tasse, Booo!”. Siamo stati tutti, almeno una volta, blog-massa, e abbiamo scritto, almeno una volta, un post-massa. Nessun tipo di riflessione, nessun dato che non si possa trovare già su qualche organo di stampa.”

e i blog bar, che sembrano utili ma non lo sono

Si ha un blog-bar quando più blog-massa cominciano a incontrarsi sempre nello stesso posto. Cominciano a svilupparsi rituali, dinamiche compulsive, la biondona che si appoggia sulla coda del pianoforte, il pianista che suona sempre la stessa canzone… e qualche volta, lo Straniero che arriva, afferra una seggiola e spacca tutto.

e (forse) continua. Da leggere.

Update: si sono aggiunti i blog evidenziatori e i blog proconsoli, questi ultimi molto interessanti, sui quali mi piacerebbe ritornare. Il post è questo.


  • Giornalisti bloggati?
  • Aprire gli archivi, ripensare il blogroll, (video)giocare a scuola
  • Mi considero un citizen journalist (e costruisco ponti)
  • Vo’ dove mi pare

  • 3 Commenti al post “Blog massa e blog bar”

    1. MassimoSdC
      novembre 29th, 2004 17:16
      1

      Di quello che scrive Leonardo condividerei, come mi capita spesso, parecchie cose. Questa volta uso il condizionale, perché quell’esordio (“il mio è un blog personale, confidenziale, visibilmente artigianale, cui dedico approssimativamente il 10% del mio tempo e il 20% della mia intelligenza”) è, a dir poco imbarazzante. Va bene, va bene voleva essere (auto)ironico, forse. Ma quell’affermazione (“dedico… il 20% della mia intelligenza”) è davvero emblematica di un certa tipica mentalità di “sinistra”: quella più tediosamente ed inutilmente noiosa, annoiata e puerilmente snob.

    2. Antonio
      novembre 30th, 2004 10:09
      2

      Tutto si può dire di Leonardo tranne che sia un (falso, facile) modesto. Detto ciò trovo che la modestia sia, spesso, una virtù bella assà.

    3. MassimoSdC
      novembre 30th, 2004 15:56
      3

      E comunque, chissà dove finirà mai quell’80% residuo… Mah! ;-)

    Lascia un commento