home

Leggi gli aggiornamenti in home page

17/09/2004

Un velo all’ordine V

di Enrico Bianda, alle 08:12

cultura.jpg E’ morto Giovanni Raboni.
Ne parlano tutti.
Scelgo una poesia d’amore, per la sua giovane poetessa, compagna di vita, Patrizia Valduga.
La pubblica Il Giornale.
(di seguito)

Le volte che è con furia
che nel tuo ventre cerco la mia gioia
è perchè, amore, so che più di tanto
non avrà tempo il tempo
di scorrere equamente per noi due
e che solo in un sogno o dalla corsa
del tempo buttandomi giù prima
posso fare che un giorno tu non voglia
da un altro amore credere l’amore

un giorno o l’altro ti lascio, un giorno dopo l’altro ti lascio, anima mia.
per gelosia di vecchio, per paura
di perderti Рo perch̩
avrò smesso di vivere, soltanto.
prò sto fermo, intanto,
come sta fermo un ramo
su cui sta fermo un passero, m’incanto…

non questa volta, non ancora.
quando ci scivoliamo dalle braccia
è solo per cercare un altro abbraccio,
quello del sonno, della calma – e c’é
come fosse per sempre
da pensare al riposo della spalla,
da aver riguardo per i tuoi capelli

G. Raboni


  • Un velo all’ordine III
  • Un velo all’ordine IV
  • Un velo all’ordine II
  • Un velo all’ordine

  • 2 Commenti al post “Un velo all’ordine V”

    1. Roberto
      settembre 18th, 2004 05:25
      1

      La poesia è veramente molto bella. Tristezza :-(
      Bel blog ;-))

    2. cyrano
      novembre 12th, 2004 09:45
      2

      omaggio a Giovanni RAboni
      Martedì 16 novembre 2004
      ore 20.30

      Piccolo teatro di Milano Paolo Grassi
      Via rovello 2, Milano

      Grazie. State bene.

    Lascia un commento