home

Leggi gli aggiornamenti in home page

12/05/2004

La stranza (locale ad uso e consumo di)

di Enrico Bianda, alle 17:59

Polkina, Mazurkina?
Ma che due palle! Sorry, ma Donizetti dum pa pa dum pa pa non si regge proprio. E turuturuturuturu mi pare di avere Mietta che scodinzola in queste stanze.
Ora mi ribello al barocco e passo Talking Heads, una roba tipo PsychoKiller e poi mi metto a correre per i corridoi rincorso dai responsabili della programmazione.
Lugubri soggetti, ingrigiti che vivono rinchiusi in sotterranei umidi, camminano aiutandosi da un carrello, spingono le porte servendosi di stampelle di acciaio temperato, che utilizzano anche per vergare le schiene dei conduttori che si ribellano.
Battiato di là canta “Vuoi venire a prendere un thé?”, passo veloce in redazione a prendere i titoli del GR delle 07:30.
– Buongiorno!
– Mmm?
– I titoli dell’edizione?
– LĂ  sopra – dice indicando con mezzo dito medio sette stampanti disposte a raggiera stellata esagonale.

– Grazie – sorrido gelido e affranto, e decido che è meglio non insistere, e mi avvicino alla pattuglia di stampanti laser calcolando con i pochi strumenti di previsione che posseggo (ho fatto studi umanistici, al massimo posso provare con una varianza stocastica) le possibilitĂ  di individuare, nei pochi secondi che mi restano prima di venir incenerito dall’umore del redattore esteri, il foglietto con i titoli del GR.
Mi arrendo e sussurro con quel poco di fegato che mi rimane a quest’ora.
– Perdonami, quale è la stampante da cui dovrebbe provenire la lista dei titoli per la vostra edizione del GR?
– I titoli sono giĂ  fuori, terza stampante da sinistra.
Ricordo che le malefiche (stampanti) sono disposte a raggiera, ma per un caso straordinario, individuo sia la stampante che i titoli ivi stampati, un tuffo carpiato alla Tom Cruise, strappo tutto, e corro sperando di non alterare ulteriormente gli umori della stranza (locale ad uso e consumo di stronzi).
Domani, i Talking Heads, li mando.


  • Blue Velvet
  • Ona Italia. Giornalismo digitale (iper)locale.
  • Un futuro di mezze misure (e stagioni)
  • Quando quando quando

  • Un commento al post “La stranza (locale ad uso e consumo di)”

    1. Antonio
      maggio 13th, 2004 09:42
      1

      ora, enrì, c’ho la risata de panza al passaggio “acciaio temperato”. Oggi com’è andata? Tuffo carpiato in un pieno silenzio da kill bill?

    Lascia un commento