home

Leggi gli aggiornamenti in home page

08/04/2004

Ho visto case che voi umani…

di Antonio Sofi, alle 21:39

Protect, foto di Antonio Sofi - clicca per ingrandireC’è stato un periodo, un bel po’ di tempo fa, che gironzolavo per letti diversi in quel di Firenze, in casa di amici o di amiche, valigia sempre pronta allo scattar del terzo giorno per evitar di esser guardato come un pesce maleodorante. Il giorno frequentavamo insieme un corso, poi tiravo a sorte per dove andare a dormire. Il bello è che avevo una casa, ma vuoi mettere?

Ho visto una casa vecchissima che sembrava un basso napoletano, dipinto con colori che nemmeno i villaggi tirolesi, un misto tra Rione Sanità e Vipiteno, con un ampio cortile luminoso e desolato davanti e, dietro, un corridoio con mura altissime, un retro così antico che pareva di vederci i fantasmi dei ghibellini pisciare sui muri. Vicini di casa, una coppia di artisti cileni new-age che evidentemente facevano yoga con foga, considerate le grida e i rumori di cose spaccate. Il delizioso bivani a piano terra era abitato da una quarantenne milanese pubblicitaria divorziata che si nutriva d’orzo e voleva iniziare daccapo. Ha insistito tanto per vedere non so quale film turco o rumeno, ora non ricordo, avevo metaforicamente dipinto gli occhi sulle palpebre, come nei fumetti.

Ho visto poi una casa dominata da un enorme gatto bianco, gelosissimo e guardingo, che mi guardava in cagnesco, un gatto-cane che di notte luccicava come fosse fosforescente, e un’intera famiglia a lui totalmente asservita, come fosse un episodio di Twilight Zone.

Ho visto anche la solita casa di universitari, ché son tutte uguali, dappertutto, un 5 vani che racchiudono 5 mondi diversi. La convivenza è solo in una cucina spelacchiata, in cui i cartoni del latte hanno su scritto il nome della proprietaria, e i bicchieri sono quelli della Nutella. In cui ci sono cessi mai più puliti perché qualcuno, ormai non si sa nemmeno più quando nè chi, ha disatteso alla rigidissima scaletta delle pulizie, di solito attaccata al frigorifero basso con un magnete dei puffi.

Ma la mia casa preferita era un’altra. Era al primo piano: al secondo stava un hotel per turisti e al pianterreno un ristorante per turisti, ed era come se quel appartamento resistesse stoicamente per non essere schiacciato, inglobato, frantumato da giapponesi sorridenti e con le gambe sghembe e americani con i calzoncini corti.
Come se fosse una casa in gabbia.
La finestra dava sulla bellissima Piazza del Mercato Vecchio, da cui guardavamo giovani uomini dell’est giocare a dadi accanto alla cabina telefonica e ad un paio di alberi frondosi, e i bancarellari tornare la sera a rimettere i carretti nei garage di una strada laterale. Bisogna fare anche attente manovre, ché i carretti entrano nei loculi al millimetro, per il giusto riposo notturno.
La sera, insieme ad un amico, chi diavolo sa perché, danzavamo con panze finte davanti alla finestra illuminata, entrando e uscendo dalla visuale come fantasmi buffi. La finestra era perfettamente visibile dalla piazza, una corince illuminata. Di tanto in tanto ci sdraiavamo sul cornicione, fumando e borbottando, per scandalizzare i turisti di passaggio e i mangiatori di pizza sottostanti, che nemmeno il coraggio di far foto avevano.
Peccato: l’avrei comprata per tutti i soldi che mi ritrovo nel portafoglio.

Ci sono ripassato qualche giorno fa e le finestre erano chiuse, come un sipario.


  • Càmbiàti d’anno
  • L’economia spiegata a voi, idioti
  • Due al prezzo di uno
  • Io, per voi

  • 5 Commenti al post “Ho visto case che voi umani…”

    1. lettrice
      aprile 8th, 2004 23:21
      1

      bellissimo

    2. roncisvalle
      aprile 9th, 2004 09:02
      2

      se posso dirlo, la foto è davvero molto bella

    3. Maus
      aprile 9th, 2004 16:08
      3

      E’ sempre bello passare di qui,
      auguri Antonino

    4. tt
      aprile 10th, 2004 08:48
      4

      mi ricorda vagamente “mi sono addormentato con un falafel in mano”, le prime trenta pagine. poi non so. l’ho mollato. qui mi sono divertita assai, invece.:-)

    5. PlacidaSignora
      aprile 12th, 2004 19:03
      5

      Mi piace scoprire che anche tu ami le case come me…:-*

    Lascia un commento