home

Leggi gli aggiornamenti in home page

29/03/2004

Il-lejl it-tajjeb

di Antonio Sofi, alle 21:42

Siamo tornati.

Malta è un’isola strana, densa, pensosa, vicina e insieme lontana, chiara come libro aperto, e ad un tratto incomprensibile, sconosciuta.
Ne riparleremo fino alla nausea (di sicuro prima vostra che nostra).
E’ una vera e propria minaccia.

Niente Tiziano Ferro, a Malta, però. Strano per un paese dove l’italiano è la terza lingua, anche se non ufficiale. O forse proprio perchè capiscono i testi, chissà. Eppure non lo conosceva nessuno. Antonello Venditti, invece, spopola. Ormai ho perso ogni speranza di capire i motivi di queste empatie musicali, e mi limito a lasciarmi sorprendere come bimbo curioso.

Finiamo qui il mese (un bel po’ di più di) dedicato alla musica. Per leggere di nuovo in fila tutti i post (togliendo gli altri interventi) basta cliccare sulla categoria musica. Come al solito, come ogni scarrafone, a noi è piaciuto assai. Ovviamente il pensiero va a tutti quelli che hanno contribuito a farne un bello scarrafone, molto più bello di quello che avremmo potuto fare con le nostre sole forze (in ordine di apparizione): Sergio Maistrello, GiallodiVino, Daniela Amenta, Proserpina, Ernesto De Pascale, Michaela Barilari, Carnefresca, Antonio Montanaro, Gaia Capecchi. Abbiamo volutamente evitato di frequentare il classico campo delle recensioni, cercando di riflettere sulla musica come leva per memorie, datemi una musica e vi ricorderò il mondo, come fuoco per emozioni, come chiave per capire il mondo che cambia. Insomma il solito papocchio, uno sparare in mille direzioni per colpire qualche co-cor, qualche sensibilità affine.

Tra un po’ di giorni si cambia.
Altro tema, altra sperimentazione-saltonelbuio-papocchiata.

Ma visto che le cose divertenti, come (per noi) questo blog, devono essere prese serissimamente sennò non vale, ci prendiamo un po’ di tempo per preparare il tutto per benino.
A tal proposito uso il blog come promemoria cazziante per Enrico, pregasi gli altri di saltare la parte asteriscata *ricordoti priorità sonore: pesce, autobus, paceville, chiesa, bingo. e comunque li voglio tutti*.

Ultimissima cosa.
Per i pochissimi che sono arrivati coraggiosamente fin qui giù.
A proposito di tema. Ci abbiamo pensato molto.
Webgol è un blog che va a monografie, abbiamo scritto di cinema, cibo, memoria, musica appunto. Cercando di farlo come blog, quindi giornalmente (o quasi), ibridando (che brutta parola) la potenzialità di approfondimento di un mensile (o comunque di un periodico) con la freschezza e la capacità di cambiare in corso di svolgimento, di cogliere dalle cose che intanto, e intorno, accadono, che solo uno strumento come un blog ti permette. Una sorta di mensile quotidiano, se me la passate. Qualche volta ci siamo riusciti bene, altre volte meno bene.
Sta di fatto che da un anno a questa parte siamo ancora gli unici ad avere questo “formato” monografico.
Senza ripescare la barzelletta del guidatore contromano, ci stiamo domandando se è una strada che merita di essere percorsa ancora. Oppure se, sfruttando anche le possibilità di movable type (che, comunque, categorizza i post) adottare un formato “misto”, lasciando quindi a chi legge la possibilità di “ricostruire” i temi, a prescindere della forzatura cronologica del tipo tutto in un mese.
I vantaggi sarebbero una maggiore libertà, i limiti stanno nella capacità, quando si focalizza lo sguardo su un solo tema per un po’ di tempo, di cogliere meglio le sfumature, di capirci di più, e noi per prima.
Insomma, mi (ci) farebbe enorme piacere se i pochi (ma buoni) che ci leggono ci dessero un segno, nei commenti, ma anche in e-mail.
Temi monografici (più o meno) fissi e che cambiano dopo un po’ o post allegramente misti?
Basta barrare la crocetta.

P.s.: il titolo, in Maltese, significa “buona sera”. Vai a capire perchè: “buongiorno” si dice, semplicemente, “bongù”. Per dire delle cose che mi colpiscono.


  • No related posts

  • 15 Commenti al post “Il-lejl it-tajjeb”

    1. SiSi
      marzo 30th, 2004 08:49
      1

      Bentornato, mio dolcissimo Dottor Antonio..(lieve rossore, flap flap)

    2. Druuna
      marzo 30th, 2004 11:34
      2

      uhm… Bongù però a me inquieta maggiormente.

    3. Proserpina
      marzo 30th, 2004 14:25
      3

      Monografie mensili. Proprio perchè si tratta di un blog-format diverso, proprio perchè implica un impegno concentrato che un “quotidiano” pluritematico (e libero come un blog) non riesce a sviluppare e stimolare allo stesso modo.
      Ok, lo so, ho scritto un concetto chiaro solo a me, ma forse hai capito (e se hai capito sei un gggenio, ma questo lo penso a prescindere).
      Baci (la prossima meta?)

    4. Red Apple
      marzo 30th, 2004 14:41
      4

      In qualità di outsider barro la crocetta “temi monografici più o meno fissi e che cambiano dopo un pò”. Trovo interessante la possibilità di approfondire l’argomento grazie al taglio monografico lasciandogli, però, la possibilità di assorbire e rilasciare, come una spugna, le suggestioni, le riflessioni. E, perchè no, anche gli sbarellamenti.Trasformare codesto spazio in qualcosa che allegramente cambia e si adatta all’attualità gli farebbe perdere il pregio che lo rende unico. Ecco la mia opinione casomai servisse a qualcosa.

    5. carnefresca
      marzo 30th, 2004 15:15
      5

      ti dicono bene quelli che ti dicono di non cambiare il format dell’approfondimento tematico, lo penso anche io, e in più io mi riserverei la possibilità di riprendere, talvolta e all’occasione giusta, i vecchi temi. cosa che le categorie, appunto, ti permettono tranquillamente di fare, rimanendo versatile senza perdere la tematicità.
      per il resto, venditti a malta mi rimane inconcepibile, ma vabbè;-)

    6. Red Apple
      marzo 30th, 2004 15:37
      6

      E’ davvero curiosa la differenza fonetica e semantica di buongiorno e buonasera in Maltese. Il primo è proprio arabo, l’altro sembra una presa per il culo grammaticale.Sfogliando google ho trovato questo trafiletto che non risolve, tuttavia l’arcano: “The official languages of Malta are Maltese and English. Maltese (Malti) is a unique language with many words borrowed from the languages of the various countries that once occupied Malta. The Maltese language is the only Semetic tongue officially written in the Latin alphabet. It is a modern Arabic vernacular closely related to the western Arabic dialects. In its phonetics, morphology, syntax and vocabulary it shows the strong influence of an earlier, later and continuing Sicilian (Latin) from of speech. There are 30 letters in the Maltese alphabet. The letter “y” is not part of the Maltese alphabet but the alphabet includes five special letters…” bla, bla, ecc. Ora, il perchè buonasera sia in arabo e il buongiorno, invece, no rimarrà un dubbio al pari del perchè Venditti si e Tiziano Ferro no!!??!!Bah…misteri maltesi! P.S.: invece di lavorare…tzè…

    7. n
      marzo 30th, 2004 15:54
      7

      si vabbè, ma le notizie? cioè un’anticipazione?? di che si parlerà? di che si scriverà?

    8. sergio maistrello
      marzo 30th, 2004 18:00
      8

      La faccenda delle categorie è sensata. Ma Webgol senza monografie (o almeno senza un tema principale) fatico a immaginarlo. Sarebbe bello uguale, ma mancherebbe quell’effetto tempesta-di-cervelli provocato dall’argomento mensile. E un po’ di tempesta di cervello, in questo luogo di immediatezze e tuttologie facili, male non fa.

    9. PlacidaSignora
      marzo 30th, 2004 23:29
      9

      Monografici. Mensili. Ma come dice Carnefresca, riprendendo anche i passati. In fondo se ci pensi per tutti il materiale è tanto vario da farne volumi interi senza ripetersi mai. Bacio.

    10. antonio
      marzo 31st, 2004 08:29
      10

      Beh grazie per i suggerimenti, preziosissimi. Quasi un plebiscito monografico. Contenti voi… ;)
      Pros: capito tutto, il concetto mi pare chiarissimo, da tutti i punti di vista, non ci vuole nessun genio ;)… grazie, davvero… :)
      Red Apple: c’è gente che pagherebbe per avere i feedback di outsider… Serve! serve!
      Carnefresca, PlacidaSignora: si, certo, avete perfettamente ragione; riprendere i vecchi temi, sia come nuova monografia, che come velocissimi incursioni estemporanee, piccoli intermezzi dettati da urgenze del pensiero. grazie.
      Nicola: e tu vieni qui a cercare “notizie”? ancora non te ne sei fato una ragione? e dire che tu ci conosci! (sto lentamente scrivendo quello che ti avevo promesso un po’ di tempo fa) :)
      Sergio: grazie davvero. neologizziamo: blog-storming? A noi basterebbe non fare, invece di una tempesta, un frullato. :)
      Domani, il nuovo tema…

    11. manu
      marzo 31st, 2004 16:46
      11

      voto anch’io per monografie mensili che cambiano dopo un po’. ché siete allegramente misti anche così. :-) baci per te, antonio. e bentornato.

    12. n
      marzo 31st, 2004 18:22
      12

      ma io volevo solo sapere qual era il tema della prossima monografica.

    13. Censa
      gennaio 3rd, 2006 03:30
      13

      Ciao,

      Io sono una studentessa da Malta e studio il maltese al universita di malta. “Bongu” non viene dal italiano ma dal francese “bonjour” , bongiorno. Questa e l’unica parola che l maltese a preso dal francese durante l occupazzione franceze che e durata solo due anni. Spero che sia di aiuto.

    14. Antonio
      gennaio 3rd, 2006 12:55
      14

      Grazie Censa, molto d’aiuto e interessante :)

    15. lara
      marzo 19th, 2006 14:03
      15

      can you send me a VIDEO of LEJL IT TAJJEB ?

    Lascia un commento