home

Leggi gli aggiornamenti in home page

13/11/2003

La memoria dei blog

di Antonio Sofi, alle 01:17

se la memoria aiuta a costruire identità
e i blog aiutano la memoria
i blog aiutano a costruire identità

Sillogismo iniziale, narrativo, indimostrato e forse indimostrabile.
Che Aristotele mi perdoni.

Quando viene meno la possibilità di ricordarci chi siamo, la nostra identità vacilla. Chi siamo se non ricordiamo? Chi siamo stati?
L’identità ha bisogno di ancoraggi, puntelli, ormeggi.
O diventa barchetta continuamente alle prese con i marosi, senza rotta.
Dove ancorare la nostra identità, quindi? Come fare a dimostrare chi siamo e cosa siamo stati?
Se siamo stati.

Non è che non ci sia modo di fare qualcosa, oggigiorno. Forse i nostri antenati scimmiotti sperimentavano qualche problema in più, in tal senso: ma poi scarabocchiavano le grotte, mica per noia, e nemmeno per il piacere dei moderni pieriangeli.
La fotografia, per esempio, è uno strumento che tiene traccia. Che puntella. C’ero, l’ho fatto, l’ho visto. Ero io.
Spesso comparativamente, in un confronto all’americana. (Con le foto si vede, ma il processo è lo stesso, anche se intimo, con i ricordi)
Ero io, sono io: a zero, dieci anni, venti, trenta. Sono sempre io. Guarda, confronta: te ne renderai conto. (tu guarda questa famiglia argentina)
Ma spesso non basta, nemmeno la foto.

In un film di Carlo Verdone, Compagni di scuola, una intera classe si rivede dopo tanti anni. Uno di loro, guardando una vecchia foto di gruppo, di fine anno e confrontandola seduta stante con il profilo del compagno precocemente invecchiato (si chiamava Fabris, il bravissimo Fabio Traversa), esclama queste indimenticabili parole:
«Guardati com’eri, guardati come sei: me pari tu zio!»
Lui non era più lui. Era suo zio.
Non era più se stesso, e la foto di venti anni prima non gli era di minimo aiuto. Anzi.
Allora come fare?

continua qui


  • La memoria
  • La memoria della memoria
  • Webgol featuring 5 bloggers
  • Caveblog: a futura memoria o ad eterno scorno

  • Lascia un commento