home

Leggi gli aggiornamenti in home page

03/09/2003

Cineblog

di Antonio Sofi, alle 11:48

A prima vista sono di meno di quelli che scrivono, quasi esclusivamente, per esempio, di musica. Forse perchè, come scrive uno dei cineblog, ci vuole coraggio a scrivere di cinema. O forse perchè la musica è moglie bella e gelosa, vuole l’esclusiva tra le passioni, non accetta tradimenti o cedimenti. Il cinema, invece, nato popolare, come celia, come scherzo buffone, tale, in fondo, rimane: si lascia avvicinare da chiunque, toccare parlare, invischiato nella trama delle cose che accadono come una mosca in una ragnatela. Senza scampo, in mezzo alle cose. Ho fatto, ho mangiato, ho visto un film, ho dormito. Vallo a dire di una canzonetta.
Il cinema è arte mediana puttana villana, il suo posto è in mezzo alle cose, e alle persone. Anche se vedi da solo un film, sei in mezzo ad una moltitudine. E quindi, il cinema, sta in mezzo ai post. Ecco perchè blog che scrivono esclusivamente di cinema non son poi così tanti. Eppure eccezionali. Una incompleta lista (aperta, altri?): Zittialcinema (e Estatevizitti, versione vacanziera), Bassoatesino, Gokachu, Il cinema invisibile, Il cinema secondo me, Pickpocket, Il nido del cuculo, Billblog, Festen, Seconda Visione, Emanuela Zini, Minimamoralia, Desordre, IlDeserto, Sblog, Ile de France, Circe coi trampoli, Buio in sala.
Ce n’è da buttare Ciak nel cestino (se non l’avete già fatto).


  • Titoli di coda

  • Lascia un commento